IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, Zancan: “Kjaer leader emotivo, Tomori tecnico. Romagnoli invece…”

Il "muro" rossonero: Tomori e Kjaer.

Il giornalista Zancan ha parlato della difesa del Milan, dopo le ultime giornate di campionato. Ecco i suoi giudizi.

Redazione Il Milanista

Il Milandeve necessariamente ripartire. Nelle ultime due giornate di campionato, i rossoneri sono andati incontro a due brusche frenate. Le sconfitte con Fiorentina prima e Sassuolo poi hanno fermato la volata degli uomini di Pioli, fino a quel momento inarrestabili. Complice la stanchezza per gli impegni di Champions League, i diavoli hanno perso punti importanti in campionato.

Il rischio è quello di perdere di vista gli avversari per lo scudetto. Il Napoli ha battuto i biancocelesti ed è giunto in vetta alla classifica con 35 punti. Sempre più vicino è l’Inter, che si è portata a meno 1 dai rossoneri. Per continuare a lottare per il titolo, gli uomini di Pioli devono tornare alla vittoria. La prima occasione utile ci sarà domani sera a Genova.  La speranza del club è quella di non subire tanti gol, come accaduto con i viola e con i neroverdi. Sono state ben 7 le reti incassate in queste ultime due giornate di campionato. Numeri troppo elevati per la difesa rossonera.

Proprio della difesa del Milan ha parlato anche il giornalista Federico Zancan. Su Sky Sport ha dichiarato: “Nella difesa del Milan, Simon Kjaer è il leader emotivo, mentre Fikayo Tomori è il leader tecnico. Dietro di loro c’è Alessio Romagnoli, che sta vivendo una situazione non facile”. Il giornalista ha poi analizzato la situazione delle ultime giornate, con i rossoneri che hanno subito 7 gol in sole 2 partite. Per Zancan può succedere, ma bisogna saper ripartire: “Nelle ultime due di campionato il Milan ha subito sette gol. Può capitare un calo durante una stagione. Ora contro Genoa e Salernitana i rossoneri devono ripartire”. Gli uomini di mister Pioli hanno l'occasione di dimostrare le loro qualità e di essere ancora in corsa per lo scudetto. Dopotutto siamo ancora a metà campionato. Nulla è ancora deciso e tutto potrebbe cambiare.