Pioli indica la via, i rossoneri lo seguono: il Milan è squadra vera

Con un allenatore serio e preparato, capace di guidare il suo gruppo in ogni suo aspetto, il Milan ambisce a traguardi importanti.

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, Alessio Romagnoli, Zlatan Ibrahimovic e Simon Kjaer

MILANO – In questo momento il Milan non è più primo in classifica; “colpa” del calendario, che vedrà i rossoneri scendere in campo domani a San Siro contro il Crotone alle 15 in modo da rispondere all’Inter che ha giocato e vinto ieri a Firenze. A prescindere da quello che sarà il risultato finale, però, è innegabile sottolineare quanto questa squadra abbia già tante volte dimostrato di avere la mentalità e la forza giuste per ambire, col tempo, a traguardi sempre più importanti.

Non voglio passare – ha detto Stefano Pioli in collegamento su Radio105per quello modesto, ma ci ho messo del mio per creare questa voglia di lavorare. Cerchiamo di curare tutto. Io e il club ci abbiamo sempre creduto, anche nei momenti difficili e anche se all’esterno non c’era tutta questa fiducia. Il club ci ha sempre protetto. I risultati ci hanno dato sicurezza fino a crearsi un ambiento bello, anche per crescere e dove tutto va nel migliore dei modi. Siamo tra le squadre più giovani in Europa. Dall’esterno non si ha la percezione dei ragazzi che sto allenando: sono molto responsabili, ed è bello vederli arrivare a Milanello felici di allenarsi. Non c’è bisogno di stimolare nessuno, hanno voglia di stare assieme e hanno voglia che questa stagione diventi importante. Questo mi rende orgoglioso. Dentro lo spogliatoio ci sono caratteri forti, e i ragazzi sono molto bravi a seguire questi esempi“.

Stefano Pioli con Ismael Bennacer in un match della stagione 2019-2020
Stefano Pioli con Ismael Bennacer in un match della stagione 2019-2020

Ed ha ragionissima: il Milan è una squadra vera, con un allenatore serio e preparato, capace di guidare il suo gruppo in ogni suo aspetto. E il gruppo, come in ogni squadra vera, lo segue sempre. “Siamo – conferma Ismael Bennacer, centrocampista rossonero, in un’intervista a MilanTVuna squadra, se ci sono o non ci sono è la stessa cosa. Se la squadra perde, perdo anche io. Siamo una famiglia, quando qualcuno arriva dobbiamo fare di tutto per farlo sentire bene. Crotone? “Il campionato è molto duro, ogni gara è difficile. Noi siamo il Milan e dobbiamo dare tutto per provare a vincerla”. Avanti il prossimo, dunque: il Milan vuole tornare subito in testa. Alla faccia del calendario.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy