Italia, Mancini: “Polonia squadra temibile, non c’è solo Lewandowski”

Le parole del CT azzurro

di Redazione Il Milanista

MILANO – In conferenza stampa Roberto Mancini, Commissario Tecnico della Nazionale, ha parlato della sfida che l’Italia dovrà affrontare questa sera contro la Polonia in Nations League: “Per la formazione ho ancora un paio di dubbi, devo valutare la condizione fisica di alcuni calciatori. In attacco c’è tanta concorrenza. Immobile, Belotti, Kean, Caputo: tutti vogliono giocare, non ce n’è uno a cui piaccia stare in panchina. Noi però abbiamo un modulo di gioco che ci ha dato soddisfazioni fino a oggi e che prevede la presenza di una sola punta, quindi purtroppo dovrò sacrificare qualcuno lì davanti”.

SU IMMOBILE – “Tutte le volte che ha giocato con noi ha fatto bene. Se l’Italia giocasse 38 partite di seguito, lui segnerebbe 25 gol, ma purtroppo ci ritroviamo una volta ogni tanto e questo complica le cose”.

Mancini

SU CHIELLINI – “Dobbiamo valutare la situazione con Giorgio. Ora sta molto meglio rispetto a quando è arrivato. Siamo abbastanza ottimisti, ma se non giocherà contro la Polonia scenderà in campo mercoledì con l’Olanda”.

SU LEWANDOWSKI – “Credo sia uno dei migliori attaccanti al mondo, è ai vertici da parecchi anni. È un dispiacere non averlo visto giocare in Italia. Sappiamo quanto sia importante per la Polonia, che però è formata anche da altri giocatori molto bravi, quindi dobbiamo stare attenti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy