IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

stagione

Fiorentina-Milan, i convocati di Stefano Pioli

Il tecnico del Milan Stefano Pioli

La lista dei convocati nella squadra rossonera.

Redazione Il Milanista

MILANO - Domani sera, alle ore 18, il Milan sarà ospite della Fiorentina all'Artemio Franchi, per il ventottesimo turno di Serie A. La compagine meneghina, a caccia di riscatto dopo le sconfitte casalinghe con Napoli e Manchester United, dovrà fare a meno di Alessio Romagnoli, Davide Calabria, Rafael Leao, Daniel Maldini, Ante Rebic e Mario Mandzukic. Di seguito, la lista dei convocati diramata da mister Stefano Pioli.

Portieri: A. Donnarumma, G. Donnarumma, Tătărușanu.

Difensori: Dalot, Gabbia, Hernández, Kalulu, Kjær, Stanga, Tomori.

Centrocampisti: Bennacer, Çalhanoğlu, Castillejo, Díaz, Hauge, Kessie, Krunić, Meïte, Saelemaekers, Tonali.

Attaccanti: Ibrahimović, Tonin.

 L'allenamento dei rossoneri sotto gli occhi di Pioli

PIOLI IN CONFERENZA - "Ovviamente sono legato a Firenze. Ho vissuto lì da giocatore e allenatore. Poi, quanto successo con la tragedia di Davide Astori, è qualcosa che ti lascia il segno. Con la Fiorentina non sarà mai una partita normale. Lo scorso anno ho ricevuto un'accoglienza che mi ha riempito di gioia, mentre domani purtroppo non potrà esserci il pubblico. Sarà una gara molto difficile, ma abbiamo le qualità per fare bene".

SU IBRA- "Zlatan ha ritrovato un po' di minutaggio giovedì in Europa League. Domani scenderà in campo dal primo minuto. Non sappiamo quanto potrà reggere, ma la sua presenza è troppo importante per noi".

SULL'EUROPA LEAGUE - "E' stato un dispiacere enorme uscire. Tuttavia, abbiamo lasciato questa competizione ancor più consapevoli delle nostre qualità. A certi livelli i particolari fanno la differenza e giovedì si è visto. In area di rigore, sia nella nostra che in quella del Manchester, siamo stati un po' meno qualitativi di quanto potevamo essere".

SU BENNACER - "Sta meglio, questa è stata la prima settimana in cui ha lavorato a ritmi alti, quindi non penso che domani giocherà dall'inizio, però potrà essere utile. Trequartista? E' un ruolo che può ricoprire, ma l'importante è che stia bene. Ha caratteristiche che si sposano col nostro modo di stare in campo".

Potresti esserti perso