Voluntary agreement: accordo Milan-UEFA dopo il closing, ma entro il 21 aprile

Subito dopo la chiusura della trattativa per il passaggio di proprietà del club, la nuova società dovrà presentare all’UEFA un piano finanziario necessario per prendere parte alle competizioni internazionali: obiettivo pareggio di bilancio in 4 anni

di Redazione Il Milanista
Silvio_Berlusconi_Han_Li

MILANO – Sarà una settimana di fuoco in casa Milan: saranno i giorni del tanto atteso closing e sullo sfondo il derby che può valere una stagione. La nuova società, appena sarà tutto fatto, dovrà subito mettersi a lavoro. La prima scadenza cadrà infatti già il prossimo 21 aprile, data entro la quale la nuova proprietà dovrà presentare all’UEFA il piano finanziario relativo al voluntary agreement necessario per prendere parte alle competizioni internazionali nella prossima stagione in deroga alla break even rule prevista dal regolamento sul fair play finanziario. Calcioefinanza.it spiega che per sottoscrivere il voluntary agreement, il piano del Milan dovrà essere a lungo termine e che preveda il raggiungimento del pareggio di bilancio in quattro anni. Inoltre dovrà dimostrare di avere le risorse necessarie per finanziarsi fino al termine del periodo coperto dall’accordo volontario e presentare anche un impegno irrevocabile da parte dell’azionista o di una parte correlata (nel caso del Milan potrebbe essere Yonghong Li o il fondo Elliott che lo ha finanziato) a coprire le perdite relative agli esercizi precedenti a quello in cui sarà raggiunto il pareggio di bilancio. Intanto Balotelli ne combina un’altra delle sue…

IlMilanista.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy