• ultim'ora

Presidente di Lega, Galliani bruciato dall’inchiesta Infront e da Fininvest

L’uscente ad rossonero sembra non essere più il favorito alla presidenza

di Redazione Il Milanista

MILANO – Adriano Galliani perde sostenitori nella sua candidatura a presidente di Lega. L’amministratore delegato rossonero uscente sembrava il nome più probabile come prossimo presidente, ma alcuni avvenimenti degli ultimi giorni potrebbero compromettere la sua candidatura. Da una parte c’è infatti l”inchiesta Infront, che nonostante non veda il dirigente indagato, pesa il fatto che, stando alle indiscrezioni di Repubblica, il nome di Galliani risulta tra quelli coinvolti, cosi come quelli di Lotito e Paparesta. Infront è la società che garantisce almeno un miliardo di euro all’anno alla Lega per i diritti tv, che è indagata per dei flussi anomali di denaro. Oltre a questo aspetto, c’è da considerare che, nonostante il closing, Galliani rimarrà in Fininvest, e questo rappresenterebbe un evidente conflitto di interessi proprio riguardo alla spartizione dei diritti tv. Per questo molti club non ritengono più Galliani l’uomo più idoneo a ricoprire la carica, e il commissariamento si fa sempre più vicino. E intanto ecco tutti i campioni in serie A nella speciale classifica – CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy