Dicono di M…ilan – Le parole pre derby

Ecco cosa hanno detto giocatori ed addetti ai lavori sul Mila

di Redazione Il Milanista
Alessio Romagnoli e Romelu Lukaku, in azione nel derby di Coppa Italia

MILANO – Dicono di Milan la rubrica de IlMilanista.it che raccoglie le parole della giornata. Oggi con un focus su derby.

Tomori, difensore del Milan, contrasta Sanchez nel derby
Tomori, difensore del Milan, contrasta Sanchez nel derby

Le parole verso il derby

CLARENCE SEEDORF A LA GAZZETTA DELLO SPORT – “Essere primi è sempre meglio: sbagli e sei comunque lì, se sei secondo non puoi più sbagliare. Ma hanno talmente fiducia entrambe che oggi non cambia tanto: sono ancora molto vicine. Il Milan deve sentirsi sempre da scudetto: dev’essere la normalità. Lo dicono anche gli altri campionati: nella Liga comanda l’Atletico, il Leicester sta facendo ancora quest’anno una grande stagione. Come può non essere ambizioso il Milan? Ha trovato dei suoi equilibri: non credo abbia da preoccuparsi. Però è importante leggere i motivi della sconfitta con lo Spezia, e questo possono farlo solo loro. Giocare subito una gara come un derby è quasi meglio, se ritrovi energie anche mentali dopo Belgrado. I derby si vincono mantenendo l’equilibrio emozionale, con il coraggio e la personalità che servono per imporre il proprio gioco e la propria strategia. E godendosi una partita così, essendo felici di giocarla”.

MARCO NOSOTTI A SKY SPORT –Sono due modi di interpretare questo ruolo, non solo perché sono alti e grossi e forti e sentono la porta, che è importante per la manovra dell’azione. Con Ibra in campo il Milan è più aggressivo, lo Spezia l’ha costretto ad uscire dalla sua zona. Possono fare, e lo faranno, la differenza“.

ERNESTO PAOLILLO A TUTTOMERCATOWEB.COM –  “Ci sarà una partita indubbiamente ad armi pari, il Milan ha dimostrato di avere una buona squadra. Una battuta d’arresto capita sempre, l’hanno avuta domenica scorsa, penso che reagiscano in maniera determinata e positiva. Sanno di dover vincere per il controsorpasso, personalmente io sono convinto che sarà un derby combattuto. Però lo stato di forma dell’Inter mi fa pensare positivamente, sono convinto che il Milan deve assolutamente attaccare perché dovrà vincere, questo può essere ben sfruttato dall’Inter. Lo abbiamo visto anche contro la Lazio che se l’avversario concede spazi c’è la possibilità di affondare il colpo“.

Ernesto Paolillo, ex direttore generale dell'Inter
Ernesto Paolillo, ex direttore generale dell’Inter

FILIPPO MAGNINI A SKY SPORT –Vivo questo derby con grande apprensione. Sarà molto importante perché l’Inter deve rimanere davanti dopo il sorpasso. Chi temo di più tolto Ibra? Dico Theo Hernandez, perché è pericoloso, crea gioco e corre tantissimo. Strada in discesa in caso di vittoria? Sì, sono d’accordo. Ma 4 punti di distacco non sono comunque tanti”.

DIOGO DALOT SU TWITTER –Il Derby si vince. Grazie per la forza extra tifosi rossoneri”. Il post completo:

BRUNO GIORDANO A TMW RADIO –All’andata ha vinto il Milan, in questo momento può stare meglio l’Inter. I risultati dicono che fino a una settimana fa il Milan era in testa. Credo che potremo assistere a una buona partita. L’Inter parte coi favori ma sappiamo cosa accade nei derby“.

ALESSANDRO ALTOBELLI A TUTTOSPORT –Lukaku e Martinez possono essere gli uomini decisivi per i nerazzurri. Mentre Hernandez e Ibrahimovic quelli potenziali per il Milan. Spero che per Lukaku e Ibra sia il derby del gioco, della spettacolarità, del trascinare i compagni, dei golSono due grandi giocatori, per loro deve parlare il campo. Le liti nel calcio ci sono sempre. Ma io penso che dopo quello che è successo si debba ripartire da zero. Sono due grandi uomini, che devono essere da esempio. Mi aspetto che si diano la mano. Sono il simbolo di una grande città. E di due squadre che stanno tornando a livelli top. Chi vince? Il derby è una gara che fa storia a sé. Io ovviamente tifo per l’Inter. Mi auguro che sia una partita come quelle di una volta, senza pensare troppo alla tattica. Divertente e con tante azioni da gol, da una parte e dall’altra”.

Altobelli
Altobelli
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy