Milan, il punto sugli infortuni Simon Kjaer e Brahim Diaz

I due calciatori del Milan hanno sostenuto nuovi controlli medici nella giornata odierna. Ecco il punto sulla loro condizione

di Redazione Il Milanista
Simon Kjaer e Duvan Zapata

MILANO – Simon Kjaer e Brahim Diaz sono ancora fermi ai box per infortunio. Nella giornata odierna hanno sostenuto nuovi controlli medici, utili a capire come procede il loro recupero, in vista dei prossimi impegni stagionali.

Simon Kjaer – L’ultimo controllo ha dato esito positivo. Il giocatore inizierà un lavoro individuale per ritrovare la migliore forma fisica. Una buona notizia per Stefano Pioli, che dovrebbe recuperare a breve il danese. Nel frattempo contro il Crotone, domenica prossima, spazio ancora a Fikayo Tomori dal primo minuto nel cuore della difesa rossonera. L’inglese dovrebbe fare coppia ancora una volta con Alessio Romagnoli. Così come è accaduto con il Bologna, nell’ultima giornata di campionato. L’ex Chelsea finora ha dato ottime risposte sul campo, guadagnandosi anche diverse copertine. Nessuno infatti si aspettava un inserimento così veloce e senza risentire, per il momento, della differenza tra Serie A e Premier League.

Brahim Diaz, centrocampista offensivo classe 1999 del Milan
Brahim Diaz, centrocampista offensivo classe 1999 del Milan

Brahim Diaz – Confermata lesione ai muscoli flessori della coscia sinistra. Il processo di guarigione procede senza complicazioni. Lo spagnolo continuerà le cure e verrà ricontrollato fra una settimana. In questo caso i tempi, per rivederlo in campo, si allungano. L’assenza contro gli uomini di Giovanni Stroppa era già stata preventivata, Stefano Pioli però recupera Hakan Calhanoglu. Il turco infatti dopo la positività al Covid-19 è tornato ad allenarsi con il resto del gruppo. Una buona notizia per il Milan, il numero dieci rossonero potrebbe anche partire dal primo minuto contro il Crotone.

Oppure entrare a gara in corso, una sorte di staffetta con Rafael Leao, che in questa caso verrebbe confermato alle spalle di Zlatan Ibrahimovic, da trequartista centrale. In ogni caso sarà molto difficile vedere Hakan Calhanoglu in campo per tutti 90 i minuti del match di San Siro. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy