Milan, esordio convincente per Fikayo Tomori. I voti dati all’inglese

Convince tutti Tomori alla sua prima in Serie A. Ottima la prova fornita contro il Bologna, pensiero certificato dai voti dati al calciatore del Milan

di Redazione Il Milanista
Bologna-Milan, Tomori in azione

MILANO – Convince tutti Fikayo Tomori. Contro il Bologna il difensore, arrivato in prestito dal Chelsea, ha disputato la sua prima partita in assoluto in Serie A, la prima dall’inizio con il Milan, dopo l’esordio in Coppa Italia contro l’Inter. Un’ottima prova quella dell’inglese che ha fatto buona guardia su Barrow e non solo. I principali quotidiani sportivi confermano con i loro voti quando ti buono ha fatto l’ex Blues al Dall’Ara.

La Gazzetta dello Sport (6.5): “Gli rosicchiano il voto un paio di imperfezioni nel finale, ma nel complesso una prestazione solida e pulita, specie in avvio, che avrà fatto contento Pioli. Promette futuro“.

Tuttosport (6.5): “Prima da titolare per l’ex difensore del Chelsea. Esame superato a pieni voti nel primo tempo, con qualche affanno in più nella ripresa“.

Corriere dello Sport (7): “Sempre al posto giusto nel momento giusto, più che un prospetto è già una grande realtà“.

Corriere della Sera (6.5): “Lucido, reattivo, ruvido quando serve. Sembra proprio che il Milan abbia fatto un affare“.

News Milan: Fikayo Tomori, nuovo difensore rossonero
News Milan: Fikayo Tomori, nuovo difensore rossonero

Anche noi del Milanista.it, avevamo premiato Tomori sulle nostre pagelle, vista la prova. Una prestazione che ha convinto tutti. Questo il nostro voto e la motivazione:

TOMORI 6,5Che esordio in Serie A per l’inglese. Se questo è Fikayo Tomori si possono dormire ‘sonni tranquilli’ in assenza di Simon Kjaer. Tanti allenatori vorrebbero essere nelle condizioni di Stefano Pioli a dover scegliere ogni settimana chi giocherà tra lui e il danese.

Adesso quindi arriva il bello Stefano Pioli, soprattutto quando tornerà Simon Kjaer, soprattutto se questo è Fikayo Tomori. Il più classico dell’ ‘imbarazzo della scelta’. Una condizione che molti colleghi del tecnico del Milan invidiano. Maldini e Massara non hanno sbagliato il colpo in sede di mercato. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy