IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Ibra dopo la Nazionale svedese si riprende anche il Milan?

Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan

Ibrahimovic tornerà ad indossare la maglia della Svezia. Non solo però perché la punta potrebbe giocare prossima gara con il Milan

Redazione Il Milanista

MILANO - Zlatan Ibrahimovic torna in Nazionale, dopo l'ultima gara giocata con la Svezia giocata nel 2016. Convocato dal c.t. Andersson per le prossime gare dei gialloblù contro Georgia, Kosovo ed Estonia, programmate per fine mese. Lo stesso commissario tecnico ha parlato dell'attaccante del Milan, ecco che cosa ha detto: "Il mio rapporto con Ibra? Inutile rivangare vecchi rancori. È il migliore che abbiamo mai avuto in Svezia. Farà parte della rosa per l’Europeo". Queste le parole dell'allenatore riportate dal Corriere della Sera. Ibra quindi non tornerà soltanto per le prossime gare internazionali della sua Nazionale. Andersson ha già svelato quindi che prenderà parte al prossimo Europeo, che si giocherà in estate. Per il giocatore rossonero, si tratterà del suo quarto Europeo.

Ibra dalla Svezia all'Europa League

 Zlatan Ibrahimovic ha lasciato la nazionale svedese nel 2016

Zlatan quindi si è ripreso la sua Nazionale. Era un suo obiettivo ne avevamo parlato nel recente passato, voleva giocare la sua ultima competizione internazionale con la Svezia. Il calciatore però potrebbe riprendersi anche il Milan. C'è da chiarire che non 'lo aveva mai perso', ma il recente infortunio accusato contro la Roma all'Olimpico, lo aveva allontanato dal campo da gioco nelle ultime settimane. Ibra però sta bene, lo ha confermato anche Stefano Pioli in conferenza stampa. Sarà convocato per la partita di domani contro il Manchester United, nel match di ritorno degli ottavi di finale dell'Europa League. Potrebbe addirittura partire dal primo minuto, anche se non ha i 90' nelle gambe.

Chi gioca domani in attacco?

Le tante assenze in attacco dei rossoneri però potrebbero influire sulle scelte di Stefano Pioli. Che difficilmente rinuncerà al suo miglior giocatore e al leader dello spogliatoio in una partita così importante. Magari anche a gara in corso, tutto dipenderà dalle condizioni dei compagni di reparto dello svedese. Rebic e Leao non sono al meglio, ma potrebbero stringere i denti. Dall'inizio o dalla panchina Ibra è pronto a riprendersi il Milan.

Potresti esserti perso