Verso Bologna-Milan, le parole di Pioli in conferenza stampa

Stefano Pioli, tecnico rossonero, si è così espresso in conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Milan.

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, allenatore del Milan

MILANO Stefano Pioli, tecnico rossonero, si è così espresso in conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Milan, sfida valida per la 20esima giornata del campionato di Serie A ed in programma oggi alle 15:00 allo stadio “Dall’Ara” della città felsinea: “Sarà una partita difficile, per ottenere la vittoria la dovremo volere con tutte le nostre forze e la dovremo meritare. Dovremo essere pronti e preparati a dare il massimo, ci vorrà una prestazione di alto livello. Loro giocano un calcio intenso e offensivo, ci faranno sudare“.

LA SQUADRA E IL CAMPIONATO
Non serve guardare indietro, dobbiamo solo andare in avanti. Non ho cambiato idee sulle nostre qualità: i valori ci sono, siamo in grado di mantenere il livello di prestazioni e di competitività dimostrati finora. Stiamo facendo un ottimo percorso, rispetto allo scorsa stagione abbiamo 18 punti in più alla fine del girone di andata e abbiamo accorciato le distanze con le nostre dirette avversarie. Il girone di ritorno sarà più complicato e agguerrito, come sempre. La qualificazione in Champions League non sarà semplice, ma abbiamo le qualità per raggiungerla“.

UN CALCIO ALLE VOCI
Ci interessa poco di quello che dicono all’esterno. Dobbiamo solo pensare a noi stessi, mantenere il giusto equilibrio, continuare a lavorare e migliorare. Sappiamo che i giudizi cambiano velocemente nel calcio. Ieri abbiamo fatto un grande allenamento, oggi mi aspetto le stesse risposte. In queste settimane potremo ritrovare compattezza e lavorare con più tranquillità dopo un periodo complicato visto l’elevato numero di assenze e impegni“.

Stefano Pioli si complimenta con i suoi calciatori dopo il derby vinto
Stefano Pioli si complimenta con i suoi calciatori dopo il derby vinto

IBRAHIMOVIĆ
Ibrahimović è determinato e carico, come sempre. Certi episodi in campo possono capitare, non li giustifico e non li condivido ma bisogna mettere un punto e lasciarli alle spalle. Ibra non è certamente razzista, la società è sempre stata in prima linea per combattere le discriminazioni. Zlatan ha bisogno anche di queste situazioni per ritrovare energie e motivazioni“.

I SINGOLI
Bennacer sta molto meglio anche se è rimasto fuori per parecchio tempo; se oggi svolgerà tutto l’allenamento come ieri sarà a disposizione, ma non credo che partirà titolare. Tomori l’ho visto molto bene nel Derby, ha dimostrato ottime  caratteristiche; è un ragazzo intelligente, si è presentato bene sotto tutti i punti di vista. Díaz ha avuto un fastidio muscolare che verrà rivalutato la settimana prossima, speriamo di recuperarlo il prima possibile anche perché ci aspetteranno tante partite. Kjær è un giocatore importante, spero torni presto. Rebić quando è mancato non ha potuto lavorare normalmente, ci vuole pazienza ma sarà pronto per le prossime partite. Mandžukić ha subito una distorsione alla caviglia con l’Atalanta, ieri si è allenato in gruppo e se oggi farà lo stesso verrà convocato“.

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy