Hauge escluso dalla lista di Europa League

Ecco i motivi dell’esclusione

di Redazione Il Milanista
Jens Petter Hauge, attaccante norvegese classe 1999

MILANO – Il Milan tra quindici giorni tornerà a calpestare i campi dell’Europa League. Il 18 febbraio, infatti, la formazione di Stefano Pioli affronterà la Stella Rossa a Belgrado , nel match di andata dei sedicesimi di finale. Per questo il club di via Aldo Rossi ha consegnato alla Uefa l’elenco dei giocatori che potranno partecipare alla competizione. Due liste: la A e B.

LISTA A

Portieri: Antonio Donnarumma, Tatarusanu.

Difensori: Calabria, Dalot, Hernandez, Kalulu, Kjaer, Tomori, Romagnoli.

Centrocampisti: Bennacer, Castillejo, Brahim Diaz, Kessié, Krunic, Meité, Saelemaekers, Tonali, Calhanoglu.

Attaccanti: Ibrahimovic, Leao, Mandzukic, Rebic.

LISTA B

Gigio Donnarumma, Gabbia, Maldini.

Pioli a colloquio con i calciatori del Milan nel pre Bologna-Milan
Pioli a colloquio con i calciatori del Milan nel pre Bologna-Milan

Come si evince dall’elenco sono entrati nella nuova lista i tre nuovi acquisti del mercato invernale: Fikayo Tomori, Mario Mandzukic e Soualiho Meité. Ma non è tutto oro quel che luccica visto che ad essere escluso è stato Jens Petter Hauge. Un’esclusione legata, però, a motivi regolamentari non certo per le prestazioni del norvegese che in Europa League ha segnato 3 gol (due al Celtic, uno alla Sparta Praga).  Secondo quanto previsto dal regolamento della competizione  nella Lista B possono essere inseriti solo giocatori cresciuti in un vivaio italiano e nati dopo il 1999 che abbiano avuto l’idoneità a giocare con il club interessato per un periodo ininterrotto di due anni.. Per fare entrare i tre acquisti infatti il Milan ha tolto dalla Lista A Conti, ceduto al Parma, e ha inserito nella seconda listai Gigio Donnarumma, Matteo Gabbia e Daniel Maldini. Secondo quanto riportato da Tuttosport Hauge è rimasto deluso dalla scelta di Pioli, che si sente coperto in quel ruolo, ma ha accettato la scelta con professionalità anteponendo il bene della squadra. Il norvegese ha dimostrato già di essere un professionista esemplare.  >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Leao e Hauge

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy