Sampdoria 1-4 Milan: la squadra di Pioli non si ferma più

Sampdoria 1-4 Milan: la squadra di Pioli non si ferma più

Sampdoria-Milan si è conclusa con un netto una a quattro. Gli uomini di Stefano Pioli non mollano il quinto posto. Ora tocca alla Roma rispondere.

di Redazione Il Milanista

Genova – Il Milan di Ibrahimovic non perdona. Ancora lui, un suo gol per continuare a inseguire il quinto posto in classifica. Basta poco per vincere. Bastano 4′ per metterla dentro. Calhanoglu per Rebic che lascia lì il suo diretto avversario. Cross nel mezzo e testata vincente di Ibra. Nulla da fare per nessuno. Milan avanti. Altri 4′ e il Milan è vicino al raddoppio: prima Theo, poi Calabria. Falcone respinde sempre. Poi tocca a Rebic andare vicino al gol con Rebic lanciato da Calha. Decisivi i piedi del secondo blucerchiato. Al 23′ si vede la Sampdoria: ma Ramirez si gira malissimo. Semplice per Gigio.

Alla mezz’ora ancora Ibra, un pallone di Theo, un rigore in movimento che Zlatan si fa stoppare prima da Yoshida, poi forse anche da Falcone. Milan sempre pericoloso. Sampdoria inesistente. Al 37′ Calhanoglu su punizione prova a ripetersi, essere ancora decisivo. Il suo destro sfiora il palo, dà l’impressione del gol. Solo quella. un altro minuto e il Milan è ancora nell’area blucerchiata: affondo di Theo, conclusione di Saelemaekers ma il pallone finisce alle stelle.

A inizio ripresa Ranieri ne cambia due, Pioli uno: fuori Rebic ammonito, diffidato e troppo nervoso. Meglio non restare in dieci. Dentro Rafael Leao. Ma la prima azione è di Leris: destro a lato. Ma al primo affondo il Milan passa ancora. Ibra di testa per Calhanoglu che fa secco Falcone. Un gol confermato però solo dal Var, da un fallo su Vieira che non c’è. Avanti Milan con stramerito. Minuto 13 ancora gol, ancora Ibra che a tu per tu con Falcone non sbaglia. Alla festa del gol vorrebbe partecipare anche Kessie ma al 24′ della ripresa la sua botta da dentro area viene respinta con le cattive da Falcone. Poi girandola di cambi fino a quando Kjaer al 31′ non stende un ex, Bertolacci. Ma in porta c’è super Gigio, non un portiere a caso. Paratona su Gonzalo Maroni e poi tutti a casa. Compreso Ibra che esce prima, senza polemica con l’amico Pioli. Che dire: è quasi un peccato che il campionato finisca proprio ora per questo Milan. Inutile la rete, sicuramente meravigliosa, del giovanissimo Askildsen. Partita finita? Assolutamente no. Nel recupero segna anche Rafael Leao. Un altro gol bello ma inutile. Con questo ritmo, con queste continue vittorie è quasi un peccato che il campionato del Milan finisca ora. Con qualche giornata in più magari si sarebbe potuto dare l’assalto anche alla Champions League. Ma attenzione perché, dopo la grandissima vittoria, è arrivata anche una clamorosa novità di mercato in casa rossonera. Doppia occasione, Maldini ci pensa sul serio: spuntano due pazze idee totalmente a sorpresa per l’attacco! >>>LEGGI SUBITO LA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy