Musacchio al Milan, è ufficiale.

Musacchio al Milan, è ufficiale.

Oggi la firma del contratto che legherà il centrale difensivo italo argentino al club rossonero per i prossimi quattro anni: dopo i test fisici a Milanello si corre a Casa Milan per chiudere l’affare che porterà 18 milioni nelle casse del Villarreal

di Redazione Il Milanista

MILANO – Nella giornata di ieri, Mateo Musacchio, centrale argentino in arrivo al Milan dal Villarreal, ha svolto la prima parte delle visite mediche per il club di via Aldo Rossi.

Oggi il giocatore si trova invece a Milanello per i test fisici e successivamente, se tutto sarà andato bene, si recherà a Casa Milan per la firma del contratto che lo legherà alla società milanista per i prossimi quattro anni. L’accordo con le società già c’è: al Villarreal andranno 18 milioni di euro.

mirabelli-fassone

 

L’arrivo di Musacchio a Milano

 

Ieri Mateo ha vissuto la sua prima giornata a Milano: protagonista anche sui canali ufficiali del Milan, che di fatto annuncia l’acquisto del centrale argentino. Sono già state diffuse anche dalla tv ufficiale rossonera le prime immagiini del suo arrivo.

Infatti ieri all’alba il nazionale di passaporto italiano ha sostenuto le visite mediche in una clinica milanese: intorno alle ore 7.45 il difensore argentino è arrivato presso la clinica La Madonnina di Milano.

“Sono molto contento”sono le uniche parole trapelate dalle labbra del giocatore. Oggi il centrale classe 1990, nazionale argentino, firmerà il contratto che lo legherà ai colori rossoneri per quattro stagioni.

Il primo acquisto per tornare grandi

 

Dopo aver vinto la Supercoppa contro la Juve, la squadra che da sei anni consecutivi si conferma campione d’Italia, ed essere tornata in Europa a distanza di tre anni, e dopo aver regalato alla proprietà cinese il primo successo a oltre un mese dal closing e a Montella la centesima vittoria in carriera, arriva pure il primo colpo di mercato: il Milan chiude in bellezza la stagione 2016-17 e già riparte per quella che verrà. Gli obiettivi per il futuro sono ben chiari: riguadagnarsi la piazza in Serie A per raggiungere la Champions.
Così il Milan si prepara al meglio già da subito: a differenza di concorrenti come Inter e Fiorentina, il club rossonero sembra essersi già portato avanti, confermando il proprio allenatore, a cui la dirigenza ha promesso i due terzi dei rinforzi entro il raduno del 3-4 luglio, e aggredendo il mercato in anticipo, già nella fase embrionale primaverile.
musacchio

Scopriamo di più su Mateo Musacchio.

 

Mateo Musacchio è un calciatore argentino, con passaporto italiano, difensore della nazionale argentina e proveniente dal club spagnolo Villarreal. Le sue origini sono albanesi: i nonni paterni erano Arbëreshë di Portocannone (CB) comunità albanese del basso Molise. Infatti il suo cognome, italianizzato, ha origine dalla regione Muzaka nel centro-sud dell’Albania ed è ancora molto diffuso nelle comunità albanesi d’Italia.

Il nuovo arrivo rossonero è un difensore centrale, ma può svolgere anche il ruolo di mediano di centrocampo. E’molto abile sia nel gioco aereo che in marcatura, ottimo nella retroguardia milanista.

 

L’esperienza al River Plate

 

La sua esperienza nei grandi club comincia a 16 anni, quando entra a far parte della rosa del River Plate, una delle squadre più importanti e più titolate in Argentina. Tuttavia gioca poche partite nelle 3 stagioni disputare con la squadra argentina: solo 10 partite senza nessun gol.

 

Il passaggio al Villarreal

 

La società spagnola del Villarreal lo acquista nel 2009 e vista la sua giovane età lo mette nella squadra riserve, dove gioca 22 partite con 3 gol segnati conquistando nella stagione 2009-2010 il 7º posto in campionato. Nel 2010 viene promosso stabilmente nella prima squadra dei Sottomarini gialli, diventandone in breve tempo uno dei punti di forza.

 

Il caratterino di Musacchio

 

L’11 agosto 2016, a pochi giorni dal play-off di Champions League contro il Monaco, l’allenatore del Villarreal Marcelino si dimette a causa di una rissa con lo stesso Musacchio, scaturita dalla decisione del tecnico di privare l’argentino della fascia da capitano.

 

Nazionale

 

Nel giugno 2011 ha debuttato con la maglia della nazionale argentina, giocando l’amichevole contro la Nigeria.

Ma ecco il retroscena sull’arrivo di Musacchio…CONTINUA A LEGGERE

3

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy