social milan

Milan, il mondo ha compiuto un intero giro attorno a Ibra. E Bolt…

Zlatan Ibrahimovic

Ecco i post che hanno pubblicato i rossoneri sui propri canali social per augurare a Ibrahimovic tanti auguri

Redazione Il Milanista

"Anche quest’anno il mondo ha avuto il privilegio di compiere un intero giro attorno a Ibra: buon compleanno, Zlatan!". Così a mezzanotte il Milan, tramite un post sui propri profili social ha voluto augurare al proprio campione svedese i propri auguri che oggi compie 40 anni. Ecco il post completo.

Ma non solo. Infatti il club di via Aldo Rossi ha pubblicato anche un video di un altro campione, altro sport, ma tifoso rossonero Usain Bolt. ""Zlatan tu non ti paragoni agli umani, hai trovato uno al tuo livello. Oggi è il tuo compleanno, tanti auguri. Io sono il migliore, ricordalo".

 Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese classe 1981 in forza al Milan

Il Milan questa sera scenderà in campo a Bergamo per affrontare l'Atalanta e ieri il tecnico rossonero, Stefano Pioli, ha parlato dei primi 40 anni di Zlatan Ibrahimovic:  "Non so quanti anni possa giocare ancora Zlatan, per quello che vedo, il suo entusiasmo e la sua voglia di allenarsi, potrei anche dire che potrebbe giocare in eterno. Con questa testa qua Zlatan va sopra ogni difficoltà. Non può essere al 100% per tante partite ma ha una passione per questo sport che è incredibile. Mi piacerebbe regalargli la longevità, Zlatan fa quello che gli piace. Se potessi fargli un regalo gli allungherei la carriera il più possibile. Zlatan non sarà dei convocati ma sta meglio, sfrutterà la sosta per stare meglio e mi auguro che valga anche per i suoi compagni. Concentriamoci solo su domani, vogliamo farlo giocando una bella partita".

E a La Gazzetta dello Sport è intervenuto Sinisa Mihajolovic il quale ha detto sull'ex compagno di squadra: "La prima volta ci siamo presi a testate in campo: insulti e botte fino ad essere espulsi. L’ultima ci siamo ritrovati a cantare insieme, ma sarebbe meglio dire a stonare, sul palco di Sanremo distruggendo il brano “Io vagabondo”. Tra quel 20 aprile 2005 in cui ti venni a cercare nello spogliatoio per menarti senza trovarti, ma pensando «questo ragazzo ha le palle», e il Festival dello scorso anno, quando mi hai voluto tuo ospite, sono passati 16 anni e tanta vita. Ibra vicino al Bologna. Nel tempo ho scoperto che l’uomo Ibra vale quanto se non addirittura più del campione. E l’ho capito ancora una volta quando, durante la mia malattia, mi hai chiamato in ospedale e non riuscivi a parlare per la commozione, ma hai detto con un filo di voce: «Sini, per te sono disposto a tutto, chiamami e gioco anche gratis...». Sai quanto mi sarebbe piaciuto averti in squadra, ma era giusto però che tu tornassi al Milan per chiudere una carriera epica. Che non è ancora finita". Ma parlando di mercato, possiamo dirvi è che Maldini starebbe tramando qualcosa di veramente grosso per la prossima estate: la nuova raffica<<<