IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a 2

Lotta Scudetto, Pirlo: “Oggi è il Milan la squadra da battere”

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

Le parole del tecnico bianconero

Redazione Il Milanista

MILANO - Mercoledì scorso la Juventus ha posto fine all'imbattibilità in campionato del Milan, espugnando San Siro per 3-1 nel posticipo della sedicesima giornata. Un risultato che ha permesso alla compagine piemontese di portarsi a meno sette dal primo posto, occupato sempre dal Milan nonostante la sconfitta. La lotta al vertice attualmente vede proprio i rossoneri in testa, con una lunghezza di vantaggio sull'Inter e quattro sulla Roma, che domani si sfideranno in uno scontro diretto allo stadio Olimpico. La Juve segue a sette punti di distanza, ma ha ancora una gara da recuperare (contro il Napoli all'Allianz Stadium).

Oggi, nella conferenza stampa alla vigilia di Juve-Sassuolo, è tornato a parlarne direttamente l'allenatore bianconero Andrea Pirlo: "Quello col Milan è stato un successo molto importante, non solo per la classifica ma anche per il morale, ma se non vinciamo anche domani col Sassuolo non sarà servito a niente. La gara successiva è sempre quella più importante. Domani avremo di fronte un'ottima squadra, che sta facendo benissimo dall'inizio del campionato e non a caso è in zona europea. La vittoria che abbiamo ottenuto a San Siro passa in secondo piano. Finora abbiamo fatto meno fatica contro le grandi, ma dobbiamo affrontare tutte le partite alla stessa maniera. I tre punti con il Sassuolo sono uguali a quelli con il Milan. La nostra voglia di vincere deve essere la medesima in ogni turno di campionato, contro qualsiasi avversario".

SULLA LOTTA SCUDETTO - "La squadra prima in classifica è sempre quella da battere. La Juventus vince lo Scudetto da nove anni consecutivi ed è normale che ci sia più pressione su di noi, ma il Milan è la squadra da battere perché è ancora in vetta al campionato". >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Potresti esserti perso