IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Il Milan e Pioli verso il rinnovo: parti più vicine all’intesa

Stefano Pioli

Stefano Pioli e la società rossonera sono sempre più vicini per trovare un'intesa sul prolungamento di contratto.

Redazione Il Milanista

In casa Milan è partito il countdown per vedere il rinnovo del mister Stefano Pioli diventare ufficiale. Dopo settimane di incontri interlocutori sembra finalmente essere ad un passo la fumata bianca. Il tecnico ex Bologna proseguirà dunque la sua esperienza sulla panchina del diavolo.

L'attuale contratto del tecnico scade a giugno

Stefano Pioli ad ora è legato con la società rossonera fino al 30 giugno 2022. tradotto, allo stato attuale delle cose il tecnico rossonero potrebbe trattare con altre squadre a partire da gennaio. L'intenzione sia dell'ex tecnico dei nerazzurri e dei biancocelesti è però quella di continuare la sua avventura al Milan. Anche la società rossonera ha la stessa volontà di continuare con Stefano Pioli. Ragion per cui a breve verrà messo nero su bianco il suo prolungamento di contratto.

Il rinnovo è molto vicino a diventare ufficiale

Come vi abbiamo raccontato negli scorsi giorni, il rinnovo di Stefano Pioli è molto vicino ad una fumata bianca. Se fosse per Ivan Gazidis e Paolo Maldini, l'ufficialità sarebbe già arrivata da un pezzo. Di mezzo, però, c'era il sì della proprietà americana che ha stentato ad arrivare. Ora che finalmente sembra però tutto risolto, si aspetta solo l'annuncio ufficiale del rinnovo del tecnico rossonero.

Le cifre del rinnovo di Stefano Pioli

L'attuale stipendio di Stefano Pioli si aggira sui due milioni di euro all'anno più bonus. Con il rinnovo di contratto, il tecnico rossonero andrebbe ad aumentare il suo stipendio. Il nuovo contratto del tecnico rossonero Stefano Pioli dovrebbe avere scadenza giugno 2024 e prevedrebbe un ingaggio da 3 milioni netti più bonus all'anno. Un riconoscimento da parte della società rossonera nei confronti di Stefano Pioli non indifferente. L'agente Giuffrida è al lavoro per limare gli ultimi dettagli. Non è da escludere che la fumata bianca possa arrivare addirittura prima della ripresa del campionato.