IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Torino-Milan: Rebic si gioca il suo futuro in rossonero

Ante Rebic, attaccante rossonero.

Il croato partirà dalla panchina e sarà una carta da inserire a gara in corso, il suo futuro al Milan è in ballo.

Redazione Il Milanista

Partirà ancora dalla panchina Ante Rebic, proprio come contro il Bologna. Nella sfida contro i rossoblù è subentrato all'intervallo al posto di un deludente Junior Messias. Ottima prestazione del calciatore croato che si è procurato qualche palla gol ma è mancata la precisione sotto porta, come a tutti i suoi compagni. Nella sfida di domani sera contro il Torino servirà più precisione, sarà fondamentale conquistare i tre punti per evitare ulteriori passi falsi e Rebic spera di poter incidere.

La sua permanenza a Milano per la prossima stagione in dubbio. Già in questa stagione non ha trovato molto spazio, è quasi sempre subentrato dalla panchina. Si era imposto spesso in passato come esterno di fascia sinistra, dove ormai dimora in pianta stabile il talento di Rafael Leao. Non è da escludere che possa essere schierato anche sulla corsia opposta, ruolo che ha occupato nell'ultima sfida di campionato. Secondo le ultime notizie, il Milan sarebbe disposto ad ascoltare le offerte che verranno recapitate nella sede di Via Aldo Rossi per valutare il futuro dell'attaccante croato. Maldini e Massara hanno già individuato dei profili che potrebbero togliere ulteriore spazio al numero 12 rossonero in futuro. Ad oggi non ci sono offerte concrete, si parla solo di considerazioni che la dirigenza comincia a fare in vista della prossima stagione.

D'altro canto spetta ad Ante Rebic dimostrare in questo finale di stagione di poter essere un uomo importante per il Milan e dei segnali, seppur timidi, nella sfida contro il Bologna sono arrivati. Domani sera spera di poter aiutare la squadra e magari di lasciare il segno, scrivendo il suo nome sul tabellino della gara. In ballo ci sono tre punti pesantissimi per proseguire determinati alla riconquista del titolo di campioni d'Italia, ma soprattutto per il croato c'è in ballo il suo futuro in maglia rossonera.