IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Pirlo: “Milan primo con merito, ma domani non sarà una sfida decisiva”

Le dichiarazioni del tecnico bianconero, che domani affronterà il suo passato

Redazione Il Milanista

MILANO - Alla vigilia di Milan-Juventus Andrea Pirlo, allenatore bianconero, ha presentato la partita in conferenza stampa: "Sicuramente è molto importante, ma non decisiva. La sfida fra queste due squadre è sempre affascinante, per me lo è stato da giocatore e lo sarà anche domani da allenatore. Giocheremo la partita dando il massimo per provare a vincere. Dobbiamo stare attenti, il Milan gioca bene e arriva in porta con pochi passaggi. Non è un caso che in Serie A non perda dallo scorso marzo: attualmente in Italia è la squadra da battere e sinora in questa stagione non ci è riuscito nessuno. Noi cercheremo di andare a San Siro a imporre il nostro gioco, come sempre, ma dovremo essere estremamente bravi e concentrati. Voglio vedere una Juve convinta della propria forza e di voler fare la partita che ha preparato".

SUL SUO PASSATO ROSSONERO - "Il Milan è una squadra con la quale ho giocato tanto e vinto tanto, anzi tutto. Per me è indubbiamente una partita particolare, anche se la società rossonera è cambiata molto rispetto a quando c'ero io".

SULLA CLASSIFICA - "Sta rispecchiando i valori delle squadre. Il Milan finora ha fatto meglio di tutti gli altri ed è meritatamente in testa al campionato. Noi dobbiamo dare tutto in ogni partita, ragionando una sfida alla volta. Poi vedremo dove saremo arrivati".

SU CRISTIANO RONALDO - "Se dipendiamo troppo da lui? Nella sua carriera è sempre stato decisivo ovunque, quindi è normale che una squadra un po' dipenda da un campione così grande. Anche Zlatan Ibrahimovic è fondamentale per il Milan, perché gli cambia il modo di giocare. I rossoneri sono stati bravi però a sopperire alla sua assenza in queste settimane". >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Potresti esserti perso