IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Diogo Dalot: “Felicissimo di essere al Milan. Scudetto? E’ dura, ma…”

Diogo Dalot

Le dichiarazioni del calciatore portoghese

Redazione Il Milanista

MILANO - Attraverso i microfoni di Record, Diogo Dalot, terzino rossonero in prestito dal Manchester United, ha rilasciato una lunga intervista: "Ho sempre voluto far parte di un club storico, sia il Manchester che il Milan lo sono. Il Milan è una delle società più importanti e prestigiose al mondo, che ha scritto pagine indelebili nella storia del calcio: sono felicissimo di essere qui. Ho già avuto modo di giocare in diversi ruoli nella mia carriera. Per un allenatore è sempre positivo avere un giocatore così duttile. Io cerco sempre di adattarmi e a dare il mio contributo, anche se voglio costruire la mia carriera da terzino destro. Per me è un grande obiettivo perfezionare la mia posizione e mi metto sempre a disposizione del mister".

SULLO SCUDETTO - "So che Zlatan Ibrahimovic ne ha parlato e giustamente ha detto che ci dobbiamo credere. Penso che sia un sogno comune a tutti noi giocatori del Milan. Logicamente lui è più abituato a vincere rispetto alla maggior parte della squadra. Nello spogliatoio è un punto di riferimento, aiuta ad affrontare questi periodi. Ci sostiene, ci carica e ci fa migliorare. Questa sua esperienza e il suo carisma ci trasmettono fiducia, per noi è molto importante. Sappiamo che la strada è lunghissima e arrivare primi al traguardo è molto difficile, ci sono anche altre squadre che hanno vinto di più negli ultimi anni e che sono molto forti. Ma abbiamo tanta qualità anche noi, siamo una squadra forte, ne abbiamo la consapevolezza e lo abbiamo dimostrato tante volte. Ora bisogna andare avanti e lavorare a testa bassa, concentrandoci partita dopo partita. Si gioca ogni tre giorni e non possiamo permetterci cali di tensione". >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Potresti esserti perso