Milan-Lazio, Top e Flop: Calha pericolo costante, male Saelemaekers

Milan-Lazio è stata consegnata agli archivi. Ecco i top e i flop dell’ultima partita della Serie A, prima della sosta Natalizia del campionato

di Redazione Il Milanista

ULTIME NOTIZIE MILAN-LAZIO

Milan-Lazio, top: Calhanoglu leader a tutto campo

Si è conclusa l’ultima gara prima della sosta del campionato per la sosta Natalizia. Milan-Lazio viene consegnata agli archivi con il risultato di 3 a 2. La squadra di Inzaghi arrembante, mette a dura prova la difesa rossonera, che però si è dimostrata cinica e pericolosa in ripartenza. Il turco è sicuramente il migliore i campo, anche se va sottolineata la partita di Sandro Tonali, questa sera sontuoso, visto anche il cliente odierno: Luis Alberto. Il numero dieci del Diavolo anche questa sera dimostra di essere il leader della squadra di Pioli e non solo tecnico. Raccoglie il testimone di Zlatan Ibrahimovic, mette l’assist da calcio d’angolo per l’uno a zero e poi trasforma dagli undici metri il doppio vantaggio. Nel secondo tempo un altro assist, sempre su calcio d’angolo, che regala il 3 a 2 finale agli uomini di Stefano Pioli. Calhanoglu ha anche il compito mettere ordine, vista l’assenza di Bennacer e dai suoi piedi partono pericolose ripartenze, dimostrando anche di essere pericoloso dalle parti di Reina. Partita a tutto tondo del giocatore, che chiude alla grande questo 2020.

Flop: Saelemaekers gira a vuoto

Se il numero dieci è stato il migliore in campo, il peggiore senza troppe esitazioni è stato Alexis Saelemaekers. Il belga è il meno pericoloso dei suoi lì davanti, in fase difensiva non riesce a contenere prima Marusic e poi Luis Alberto. Non riesce ad incidere e infatti Pioli nel secondo tempo, al 64′, gli preferisce Castillejo. Lo spagnolo però non riesce ad incidere, troppo confusionario il numero 7 rossonero. Che al 92′ esce a sua volta per Maldini, per infortunio. Serve sicuramente di più da parte dell’ex Anderlecht, che non riesce ad essere decisivo come lo era fino a qualche mese fa. La sosta arriva al momento giusto per riordinare le idee.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy