Milan, si avvicina la Stella Rossa. Ecco come stanno i calciatori di Pioli

Si avvicina il prossimo impegno del Milan, la Stella Rossa di Belgrado. Ecco il punto sulla rosa rossonera in vista della gara di Europa League

di Redazione Il Milanista
Ismael Bennacer metronomo del Milan

MILANO – Il Milan deve archiviare il primo possibile la sconfitta in campionato contro lo Spezia di Vincenzo Italiano. Un 2 a 0 che potrebbe minare le certezze dei rossoneri, che adesso dovranno dare risposte immediate. La prima occasione buona è quella di giovedì, nell’andata dei sedicesimi di finale dell’Europa League con la Stella Rossa di Belgrado di Dejan Stankovic. In vista del prossimo impegno europeo Stefano Pioli recupero però sia Ante Rebic che Davide Calabria. Il primo infatti ha riassorbito la botta che gli aveva fatto saltare la gara del Picco. Il terzino invece oltre alla squalifica aveva accusato un lieve problema al pube, anche questo è ormai alle spalle. Contro la squadra serbe dovrebbero esserci entrambi, sarà il tecnico rossonero ad avere l’ultima parola però. Intanto Diogo Dalot, Leao e anche Mandzukic si scaldano.

Ante Rebic, calciatore del Milan
Ante Rebic, calciatore del Milan

Il lavoro a Milanello

All’appello manca ancora Brahim Diaz, fermo anche lui per problemi muscolari. La rosa del Milan è quasi al completo, però, in vista del prossimo impegno. Ma contro lo Spezia alcuni uomini, fin qui fondamentali, non hanno brillato. Anzi è sembrata palese la condizione opaca, che ha caratterizzato la partita contro gli uomini di Italiano. Hakan Calhanoglu e Ismael Bennacer hanno fatto il loro ritorno in dal primo minuto, ma è evidente come i due abbiano perso il ritmo partita. il turco è stato alle prese con la positività al Covid-19, mentre l’algerino è stato assente per due mesi ha causa di un problema muscolare.

Serve ritrovare anche Kessie e Saelemaekers

Entrambi stanno lavorando a Milanello per tornare al meglio, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport. Troppo importanti nelle economie del gioco del Milan di Stefano Pioli e un calo fisico può starci soprattutto dopo diverso tempo di inattività. Il Diavolo però ha un calendario fitto d’impegni e i due devono tornare a brillare il prima possibile. Insieme a loro i rossoneri hanno bisogno di ritrovare il miglior Kessie, uno dei peggiori contro lo Spezia, e Saelemaekers, l’ombra del calciatore ammirato fino a qualche mese fa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy