Milan: Salvini dal no a Ibrahimovic, alla maglia autografata dello svedese

Il leader della Lega è un acceso tifoso rossonero e più volte nel corso degli anni ha parlato del Milan e di Ibrahimovic, cambiando idea sullo svedese

di Redazione Il Milanista
Zlatan Ibrahimovic,39enne attaccante svedese del MilanZlatan Ibrahimovic,39enne attaccante svedese del Milan

MILANO – “No, Ibrahimovic no. Non vorrei sembrare fuori moda o fuori tempo, ingrato o demodè, ma l’idea dello ‘zingaro“ (nel senso che le squadre se le è girate proprio tutte) antipatico (nel senso che è proprio antipatico) che veste rossonero proprio non mi entusiasma“. Correva l’anno 2010, ben 11 anni fa, e questo era il pensiero dell’allora capogruppo della Lega al Comune di Milano, Matteo Salvini, sul possibile ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan. Pensieri affidati al portale Affaritaliani.it. Di ‘acqua sotto i ponti’ da allora ne è passata. Lo stesso Salvini ora è il leader del suo partito, oltre ad aver ricoperto il ruolo di Ministro dell’Interno.

Oggi Matteo Salvini è balzato agli onori della cronaca del paese, per il suo repentino cambio di rotta sulla possibile formazione del governo Draghi. Una scelta europeista, diametralmente opposta al suo pensiero sull’Europa di qualche tempo fa. Un cambio di linea e di idee, che però essere in qualche modo accostato anche allo stesso Ibrahimovic. Dato che in uno dei suoi ultimi post Instagram campeggia la maglia dell’attuale numero 11 svedese, per di più autografata dallo stesso calciatore svedese.

Salvini leader della Lega e tifoso del Milan
Salvini leader della Lega e tifoso del Milan

Già l’anno scorso il leader della Lega aveva espresso il suo rinnovato punto di vista su Ibra, ai microfoni del Corriere della Sera: “Ha subito dato la sveglia a una squadra dormiente e sognante: quando è partito Suso ho stappato una Fanta, non se ne poteva più. Però, una volta il Milan di costruiva sui ventenni: Ibra è tra i più forti, ma se ti devi affidare un 38enne significa che ai vertici le idee non sono chiare“.  Ibrahimovic quindi è ‘riuscito a conquistare anche il cuore’ di chi non sembrava essere un suo sostenitore. Grazie anche ai numeri dello svedese in rossonero, vero trascinatore della squadra di Stefano Pioli, prima in classifica.

Intanto impazza anche la questione sul rinnovo del giocatore. Maldini ne ha parlato a Bein Sport e tutto sembra sia in mano allo svedese, sarà a lui a decidere se continuare o meno con il Milan. I tifosi ci sperano, siamo convinti anche Matteo Salvini, grande sostenitore del Diavolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy