news

Milan, i nazionali rossoneri: Tonali, Bennacer e Kessie oggi in campo

Il gol di Tonali

Milan: dopo le ottime prove di Theo Hernandez e Daniel Maldini, oggi Tonali, Bennacer e Kessie scenderanno in campo

Redazione Il Milanista

Brilla la stella di Theo Hernandez, non solo con il Milan, ma anche con la sua nazionale. Alla seconda convocazione l'esterno rossonero è già decisivo per Didier Deschamps che adesso se lo gode, dopo esser stato dubbioso e non averlo chiamato nonostante in Serie A si sia messo in luce fin dal suo arrivo l'ex Real Madrid. Ha pagato il rifiuto alla convocazione con i Blue diversi anni anni, indeciso se giocare con la Francia o con la Spagna. Alla fine la scelta è ricaduto sulla nazionale transalpina. Theo Hernandez ha aspettato e ora vive il momento magico, accanto a suo fratello Lucas. In goal anche Daniel Maldini, con l'U20 azzurra contro i pari-età dell'Inghilterra nel Torneo 8 Nazioni. Firma l'1-0 al 36' con un colpo di testa (come contro lo Spezia) per la selezione del C.t. Alberto Bollini. Per il numero 27 rossonero è la seconda marcatura in tre partite con la maglia azzurra dell'Under 20.

Tocca a Tonali, Bennacer e Kessie è già in campo

Se ieri i due rossoneri sono balzati agli onori della cronaca, oggi invece tocca a Tonali, Bennacer e Kessie. Con l'ivoriano che è partito titolare nella gara contro il Malawi, partita valida per le Qualificazioni al Mondiale del 2022, che si gioca a Johannesburg (Sudafrica), alle 15:00 c'è stato il calcio d'inizio. Sandro Tonali invece prenderà parte a Bosnia-Italia, Zenica (Bosnia), valida per le Qualificazioni a Euro 2023-U21. Alle 21:00 invece è il turno di Ismael bennacer in Algeria-Niger, Blida (Algeria), anche questa gara è valida per le Qualificazioni ai Mondiali del 2022 in Qatar.

Le speranze di Stefano Pioli

Non sono finiti quindi gli impegni dei nazionali rossoneri e nei prossimi giorni continueranno a scendere in campo, nell'attesa della ripartenza del campionato. Stefano Pioli segue da vicino i suoi giocatori, spera che le nazionali non riconsegnino calciatori infortunati come è accaduto a Rade Krunic nella scorsa sosta per le nazionali, con la Bosnia.