IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Milan, la dirigenza guarda ai viola. La gara del Franchi dà spunti di mercato

Paolo Maldini e Frederic Massara, dirigenti del Milan

Il Milan ha vinto in rimonta al Franchi, Maldini e Massara però hanno guardato la partita anche in vista della prossima stagione

Redazione Il Milanista

MILANO - Fiorentina-Milan è stata consegnata agli archivi. Con i rossoneri che hanno strappato i tre punti con una prova d'orgoglio, nonostante la stanchezza fisica data dalla gara di Europa League con il Manchester United. Tre punti che regalano ossigeno alla squadra di Pioli, in campionato, per continuare la corsa Champions. Non c'è però soltanto la classifica nella sfida del Franchi di domenica scorsa. C'è anche il mercato, quello della prossima sessione estiva. E la pista tra Milano e Firenze potrebbe diventare infuocata nei prossimi mesi. Maldini e Massara infatti hanno messo nel mirino diversi calciatori che attualmente giocano nel club di Rocco Commisso.

Tutti i nomi che piacciono alla dirigenza rossonera

Il primo nome è quello di Nikola Milenkovic. Il difensore serbo piace ormai da molto tempo al Milan e soprattutto a Stefano Pioli. Il tecnico vorrebbe allenarlo a Milanello, ma arrivare al giocatore non è semplice, nonostante la questione legata al suo rinnovo contrattuale con i viola. Non rinnoverà il centrale, che vorrebbe andare a giocare in Premier League e sulle sue tracce ci sono le due squadre di Manchester. Obbiettivo complicato per i rossoneri. Poi c'è l'altro centrale, German Pezzella. Anche l'argentino era nel mirino del Diavolo,Daniele Pradè, dirigente della Fiorentina, aveva rivelato che un contatto tra il club meneghino e il calciatore nei mesi scorsi c'è stato. Anche lui, come Milenkovic, è stato allenato da Pioli ai tempi della sua avventura a Firenze. Un nome che potrebbe tornare di attualità nei prossimi mesi, ma tutto dipende dal riscatto di Tomori.

 Vlahovic e Pioli, dopo Fiorentina-Milan

Vlahovic, il tormentone dell'ultimo periodo

C'è anche DusanVlahovic. Si è scritto tanto anche nel recente passato della punta e del Milan. Anche questo è un colpo difficile, il calciatore ha già detto di trovarsi bene a Firenze e il suo contratto scadrà nel 2023 e inoltre i viola sono al lavoro per prolungare l'accordo. A conferma di questo ci sono anche le parole di Gianluca Di Marzio, esperto di mercato: "Visto quello che sta facendo è un calciatore che piace a tante squadre importanti, c'è però da fare i conti con la volontà della società viola. La fiorentina, infatti, non vuole cederlo. Questa, secondo me, è la premessa più importante da fare".

Ultimo nome è quello di Amrabat. Il centrocampista e Prandelli hanno avuto una brutta discussione ultimamente. Oltre alle voci conseguenti alla lite, sulla possibile partenza di uno dei due, va detto che oggi il marocchino vale di meno della cifra spesa un anno fa da Commisso per strapparlo all'Hellas Verona. Non certo 20 milioni di euro. Con queste premesse arrivare a Amrabat è complicatissimo.

Potresti esserti perso