Milan, il Papu Gomez è a Siviglia e Gasperini parla di lui

Il Papu Gomez è ormai un nuovo giocatore del Siviglia, a meno di clamorosi colpi di scena, e Gian Piero Gasperini ha parlato di lui

di Redazione Il Milanista
Papu Gomez, notizie Milan

MILANO – Tutti lo vogliono, ma nessuno lo prende. Questa sembrava essere la strada del Papu Gomez, l’argentino infatti piaceva a tantissime squadre, soprattutto in Serie A. Soprattutto dopo la rottura, insanabile, con Gian Piero Gasperini. Ora il calciatore si trova a Siviglia, dopo l’accordo trovato tra l’Atalanta e la squadra spagnola. Visite mediche e poi firma sul contratto e il passaggio del Papu nella Liga sarà ufficiale. Eppure per diversi club italiani era più di un’idea, dall’Inter al Milan, passando per la Roma e la Lazio. Oltre a squadre di fascia più bassa come la Fiorentina. Il presidente Percassi però non ha mai aperto alla possibilità di cedere il giocatore ad una diretta concorrente e adesso Gomez si appresta ad indossare la maglia del Siviglia.

Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta
Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta

Gian Piero Gasperini interrogato proprio sulla cessione del Papu, ha espresso il suo punto di vista: “Ha dato tantissimo all’Atalanta, siamo cresciuti tantissimo anche grazie a lui. Ora però la squadra è nelle condizioni di camminare con la proprie gambe. E anche di poter continuare a crescere, come ha fatto negli ultimi anni. Io non posso che augurare il meglio al Papu, va a giocare in una squadra molto forte e che gioca la Champions. E’ un bel palcoscenico per lui e sarà una grande esperienza. Gli auguro ogni soddisfazione“.

C’è stato spazio però anche per il Milan:La vittoria con a San Siro ci lascia grande felicità, aspettavamo da tempo la sfida con loro, hanno meritato di vincere il girone d’andata, visto come hanno giocato finora. Volevamo un confronto con la squadra che aveva fatto meglio e ne siamo usciti veramente bene. Noi continuiamo a pensare ad una partita alla volta. Più avanti vedremo dove siamo e come sarà la nostra classifica e quella della altre squadre e poi decideremo quali saranno i nostri obiettivi da raggiungere“. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy