Milan, Ibra-Lukaku: dopo il Giudice Sportivo parla Antonio Conte

Non si placano le polemiche intorno alla scontro in Coppa Italia tra Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku. Ne ha parlato anche Antonio Conte

di Redazione Il Milanista
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

MILANO – Anche Antonio Conte ha parlato ‘del caso’ Ibra-Lukaku. Fatto che ha catalizzato l’attenzione dei media negli ultimi giorni e che ha portato alla squalifica delle due punte per una giornata, secondo le scelte del Giudice Sportivo. Anche se non è detta tutta, perché il Procuratore federale potrebbe richiedere l’utilizzo della ‘prova tv’, come spiegato anche dal presidente della Figc, Gravina. Sullo scontro tra i due giocatori è intervenuto anche l’allenatore nerazzurro in conferenza stampa, alla vigilia della sfida tra la sua squadra e il Benevento, programma domani sera alle 20:45. Ecco che cosa ha detto la guida tecnica:

Non ho nulla da dire su quello che è accaduto nel derby tra Ibrahimovic e Lukaku. Se ci sarà un’ulteriore inchiesta? In questo momento non m’interessa. Io ho un ruolo: l’allenatore e il mio compito è quello di allenare i miei calciatori. Non ho idea delle decisione che verranno prese. Lukaku? Era diffidato e ha preso un ammonizione e quindi è stato automaticamente squalificato per la semifinale con la Juventus. Questi sono i fatti“.

Antonio Conte e Stefano Pioli
Antonio Conte e Stefano Pioli

‘La lunga coda’ delle polemiche su quello che è accaduta in Coppa Italia, in ogni caso si protrarrà anche nei prossimi giorni. Soprattutto per quello che i due calciatori si sono detti e le conseguenti accuse di razzismo nei confronti del numero 11 rossonero. Proprio su questo si è espresso anche Stefano Pioli, in conferenza stampa, alla vigilia della partita di domani, contro il Bologna. Ecco le sue parole:

Non è bello quello che è successo. Non giustifico quello che è successo, ma sono cose che possono capitare in campo. Ibra non è certamente un razzista, ora mettiamo un punto su questa vicenda.La proprietà è sempre stato in prima linea per combattere le discriminazioni. Ibra è determinato come sempre, ma anche dispiaciuto dopo il secondo giallo. E’ determinato a fare il meglio domani“. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy