Milan, c’è anche Alessandro Florenzi nella lista della dirigenza

Continuano ad arrivare indiscrezioni di mercato che vedono il Milan protagonista. Ai rossoneri piace l’esterno della Roma ora al PSG

di Redazione Il Milanista
Il PSG di Moise Kean e Alessandro Florenzi

MILANO -Il futuro di Diogo Dalot al Milan è sempre più in bilico. Contro lo Spezia il portoghese è partito titolare al posto di Davide Calabria, fermato da giudice sportivo, ma la sua prestazione non ha convinto nessuno: né la dirigenza né i tifosi. Contro la Stella Rossa però potrebbe avere l’opportunità di riscattarsi. Senza dimenticare che il ragazzo è in prestito secco dal Manchester United. Questo perché i Red Devils puntano molto sul classe ’99 e difficilmente permetteranno al Milan di poterlo ingaggiare a titolo definitivo per la prossima stagione. Per questo motivo Maldini e Massara sono alla ricerca di occasioni per il ruolo di terzino destro. Tra questi c’è Alessandro Florenzi.

Parigi il presente, ma il futuro?

Il classe ’91 dopo l’esperienza al Valencia si è trasferito al PSG in prestito con diritto di riscatto fissato a 9,5 milioni di euro. Una cifra bassa che però il club transalpino potrebbe non versare nelle casse dei Friedkin. Senza dimenticare che il ragazzo è uno dei titolari di Mancini e in estate il prezzo potrebbe lievitare con l’Europeo.

Alessandro Florenzi, terzino della Roma in prestito al PSG.
Alessandro Florenzi, terzino della Roma in prestito al PSG.

Le ipotesi, sempre qualora non dovesse restare all’ombra della Tour Eiffel, sono due: ritornare da Fonseca o cambiare (nuovamente) aria. Difficile la prima ipotesi visto i rapporti non ottimi con il tecnico e l’ottima stagione di Karsdopp. Più facile invece la cessione. Qualora i giallorossi dovessero decidere di salutare l’ex capitano, Maldini e Massara sarebbero pronti a mettere a segno un colpo importante.

Le ipotesi di mercato

Florenzi è un jolly inseguito dal Milan fin dai tempi di Montella e la sua duttilità (terzino ed esterno, ma anche mezzala) sarebbe un toccasana per Pioli. Soprattutto perché l’anno prossimo nella rosa rossonera non dovrebbe esserci Diogo Dalot. Senza dimenticare che a finanziare l’operazione potrebbe essere la cessione di Conti. L’esterno è in prestito al Parma e, qualora i ducali dovessero salvarsi, saranno obbligati a riscattarlo a 7 milioni di euro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy