news

Cakir, dopo i disastri in coppa con il Milan interviene l’UEFA

Cüneyt Çakır

Sta per arrivare la sanzione dell'UEfA nei confronti dell'arbitro Cakir dopo la partita di Champions League tra Milan e Atletico Madrid

Redazione Il Milanista

L'arbitro Cuneyt Cakir è ancora al centro dell'attenzione dopo la partita di Champions League tra Milan e Atletico Madrid. Una direzione di gara da 4 in pagella visti gli errori accumulati dal direttore di gara e sul giudizio finale pesa tantissimo il rigore concesso agli spagnoli per un fallo di mano di Pierre Kalulu, viziato però da un altra mano, quella di Lemar. Errore grossolano sia dell'arbitro che del Var e che è costato carissimo alla squadra di Stefano Pioli. Un risultato che non ha premiato l'ottima prestazione dei rossoneri, in 10 dopo il doppio giallo all'indirizzo di Franck Kessie nel giro di 14'.

La sanzione dell'UEFA

 Cüneyt Çakır

Si parla ancora di Cakir e della sua direzione di gara, perché secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, starebbe per arrivare la sanzione dell'UEFA nei confronti del direttore di gara e i suoi tanti errori. Per il fischietto turco è in arrivo lo stop: non dovrebbe più arbitrare i rossoneri e inoltre, molto probabilmente, gli sarà risparmiato almeno il prossimo turno di coppe. Una decisione, che se dovesse essere confermata, metterà le parole fine alle tante polemiche e certificherà le lamentele in campo dei giocatori del Milan. Anche Pioli a fine gara ha parlato dell'arbitro e degli episodi controversi della gara: "Sembra che l'avversario tocchi un pò prima la palla. Kalulu è stato poco coordinato vero, ma è difficile giudicare. Per quanto riguarda Kessie non credo meritasse il doppio giallo al 30esimo minuto. Di certo Cakir non è stato il migliore in campo".

Le critiche dalla Spagna

 Il rigore di Luis Suarez al 96esimo.

Anche in Spagna hanno parlato di Cakir, senza lesinare critiche. Lo ha fatto il conduttore di El Chiringuito Tv José Luis Sánchez durante una diretta Twitch nella quale ha dichiarato: "È inammissibile che il VAR non veda la mano di Lemar".