IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Superlega, dalla Spagna: tre squadre fuori dalle coppe europee

Il logo della Champions League

Continuano ad arrivare voci e indiscrezioni sulle squadre che avevano preso parte alla costituzione della Superlega

Redazione Il Milanista

MILANO - Si continua a parlare di Superlega. Nonostante il progetto si sia sgretolato nel giro di 48 ore. La decisione da parte di alcuni top club europei di costituire una nuova competizione, fuori dall'Uefa, aveva destato tante critiche, sopratutto per il principio che aveva abolito le retrocessioni. Tante le critiche e i tifosi, quelli inglesi, scesi in strada per protestare contro la Superlega. Fatti che hanno spinto le due squadre di Manchester, il Chelsea, l'Arsenal, il Liverpool e il Tottenham al passo indietro, uscendo dal progetto.

Esclusione da Champions e Europa League, non è soltanto una voce

Tutto risolto quindi? No, non è così. Perché adesso si parla tantissimo delle sanzioni nei confronti delle società 'fuorilegge'. Secondo quello che riporta l'emittente spagnola Cadena Cope, Juventus, Barcellona e Real Madrid, squadre che ufficialmente sono ancora all'interno della Superlega, rischiano seriamente di essere escluse dalla competizioni europee per le prossime due stagioni. Scelta a dire il vero già presa, sempre secondo la fonte, dall'Uefa e soprattutto da Ceferin, che ha intenzione d'impartire una punizione esemplare. Un monito anche per il futuro. L'annuncio ufficiale dovrebbe essere arrivare dopo la finale di Champions League tra Chelsea e Manchester City.

La risposta dei tre club con un comunicato

In tutta risposta alle indiscrezioni dalla Spagna è arrivato il comunicato di Juventus, Real Madrid e Barcellona.

I dodici club fondatori hanno condiviso come la Super League rappresenti un’opportunità unica per offrire ai tifosi in tutto il mondo il miglior spettacolo possibile e per rafforzare l’interesse globale nel calcio, che non è un fatto immutabile e che è soggetto a nuovi trend generazionali. Inoltre, hanno condiviso che uno degli obiettivi principali è la promozione del calcio femminile su scala globale, una enorme, ma attualmente sottostimata, opportunità per il settore.Ma attenzione perché intanto in casa rossonera sono arrivate anche alcune grosse novità di mercato. Nessun dubbio, Maldini ha scelto il colpo da sogno: "Costa 60 milioni!" <<<