Si riparte, Milan a lavoro fra mercato e Benevento

Il Milan è tornato ad allenarsi per preparare la ripartenza del campionato dopo la sosta natalizia.

di Redazione Il Milanista

MILANO – Il Milan torna a lavoro per preparare il ritorno in campo, che avverrà il 3 gennaio a Benevento. Il club ha sfruttato questi giorni di riposo per rifiatare dopo i tantissimi impegni che lo hanno visto impegnato da luglio in poi. Partendo infatti dai preliminari di Europa League, sono pochissime le soste avute dai diavoli. Si è quasi sempre giocato ogni 3 giorni, con impegni ad intermittenza in campionato ed in Europa League.

A tal proposito è curioso osservare quale sia la formazione rossonera dei giocatori più utilizzati in questa prima parte di stagioneTheo Hernandez stupisce ancora per qualità e quantità. E’ proprio lui infatti, il calciatore maggiormente schierato fin qui insieme a Donnarumma, 1830′ per entrambi. Al terzo posto c’è invece Hakan Calhanoglu con 1637′. Vediamo dunque come si compone l’undici dei rossoneri più impiegati: Donnarumma (1830′); Calabria (1609′), Kjaer (1463′), Romagnoli (1240′), Theo Hernandez (1830′); Kessie (1619′), Bennacer ( 1173′), Tonali (1065′); Castillejo (969′), Calhanoglu (1637′), Saelemaekers (1121′). A spiccare sicuramente il fatto che manca in modo preponderante l’attacco. La punta centrale ha subito diversi cambimaenti, prima con Ibrahimovic e poi con Rebic e Leao. Questi hanno accumulato 870′ e 864′ a testa, mentre Ibrahimovic è fermo a quota 792′.

Domenica i rossoneri affronteranno il Benevento al Vigorito, primo duello per il Milan nel 2021. I precedenti, pochi, non sorridono al Diavolo. In due occasioni i due club si sono sfidati. Entrambe fanno riferimento alla stagione 2017/18. Alla guida del club rossonero a quel tempo c’era Gennaro Gattuso, oggi alla guida del Napoli. All’andat, al Ciro Vigorito, il debutto di Gattuso sulla panchina rossonera fu macchiato dal 2-2 segnato da Brignoli, il portiere dei giallorossi, al 95′. Ancora peggio andò a San Siro, quando la formazione di De Zerbi vinse 0-1 con gol di Iemmello. Ma se i precedenti non sorridono è anche vero che la sitauzione, rispetto a due anni fa, è, oggi, completamente diversa ed il Milan non ha alcuna intenzione di frenare la sua marcia in testa alla classifica.

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy