Serginho: “Aspetto di tornare in Italia, sul derby di questa sera…”

Le parole, in una intervista rilasciata ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, del brasiliano ex Milan, Serginho.

di Redazione Il Milanista
Serginho con la maglia del Milan.

MILANO – Serginho, ex difensore del Milan, ha parlato nel corso di un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport del derby di Coppa Italia e non solo. Ecco le parole del brasiliano, ancora nostalgico dei suoi trascorsi in rossonero:

Sul derby di Coppa Italia di questa sera.

«Ne ho giocati di tutti i tipi. Campionato, Champions e Coppa Italia. Ma il 6-0 del 2001 resta unico. Eravamo in un momento delicato, quella partita cambiò la stagione».

Oggi Serginho è un agente.

«Aspetto di tornare in Italia. I decreti anti-Covid paralizzano tutto qui in Brasile, speriamo di poter tornare presto a tifare a San Siro».

Un derby può cambiare la stagione. E una sconfitta come lo 0-3 con l’Atalanta?

«È un k.o. che brucia, anche se va detto che il Milan ha perso contro una delle migliori squadre italiane. Sono sicuro che Pioli toccherà le corde giuste».

Può aprire un ciclo al Milan?

«La squadra ha cambiato volto con Ibra, certo, ma anche grazie al suo lavoro: ha dato un’identità di gioco chiara e la capacità di credere nei propri mezzi. Il Milan oggi sa come affrontare le grandi partite».

Quando Maldini ritornò in rossonero, lei disse: “Spero che con lui il Milan possa tornare grande”. A che punto siamo?

«La strada è tracciata, Paolo ha fatto un grandissimo lavoro. Si è adattato alla filosofia della proprietà: giovani per costruire un progetto vincente. Il Milan sogna in grande grazie a lui».

Stasera sarà test scudetto?

«Sì. Il distacco in classifica è minimo e gli effetti di un derby non vanno sottovalutati. Ma vinciamo noi…».

Serginho con la maglia del Milan.
Serginho con la maglia del Milan.

Milan, problemi di formazione per Pioli

Non fa in tempo a respirare l’infermeria di casa Milan: anche stasera Stefano Pioli non avrà molta possibilità di scelta. Ma andiamo con ordine: innanzitutto mancherà Gigio Donnarumma per squalifica e al suo posto sarà schierato Tatarusanu. In difesa riposerà Calabria con Diogo Dalot al suo posto, poi i titolari Kjaer, Romagnoli e Theo Hernandez. Tonali è in dubbio: al suo posto in mediana, al fianco di Kessie, ci sarà Meité. Davanti confermato Ibrahimovic, con Saelemaekers, Brahim Diaz e Rafael Leao sulla trequarti; panchina iniziale per Mandzukic (non al meglio) e Rebic.

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Dalot, Kjær, Romagnoli, Theo Hernandez; Meite, Kessie; Saelemaekers, Diaz, Rafael Leao; Ibrahimovic.

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy