IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Pioli a Sky: “Le pressioni ce le mettiamo da soli. Leao? Deve sfruttare al meglio le sue caratteristiche”

Stefano Pioli, allenatore del Milan dal novembre 2019

Ecco le parole di Stefano Pioli a Sky Sport

Redazione Il Milanista

MILANO - Benevento-Milan è stata una partita dalle mille emozioni: il rigore segnato da Franck Kessié, l'espulsione di Sandro Tonali (che salterà il match di mercoledì contro la Juve), il bellissimo gol di Rafael Leao e il rigore sbagliato dall'ex Inter e Samp Gianluca Caprari. Una vittoria, per i rossoneri, meritata e sofferta contro la formazione dell'ex Pippi Inzaghi che non si è mai arreso. Al termine dei 90' minuti di gioco, ai microfoni di Sky Sport è intervenuto il tecnico dei rossoneri Stefano Pioli. Ecco le sue parole:

 Stefano Pioli, allenatore del Milan

SU RAFAEL E IL GOL -  “Rafa ha delle potenzialità enormi e sono contento che le sta mostrando con continuità. Sono ragazzi giovani e talentuosi dai quali pretendo molto. Era una gara difficile oggi ma ancora una volta ci abbiamo messo anima e cuore. Io credo che Rafa debba accendersi anche nella smarcatura e non solo palla al piede. Serve un lavoro tattico e mentale, deve sfruttare al meglio le sue caratteristiche”.

LOTTA SCUDETTO -  “E’ un segnale forte oggi. Le pressioni ce le mettiamo noi da soli e non ce le facciamo mettere dai risultati degli altri. Grande reazione all’espulsione di Tonali e vittoria molto importante. Tutte le vittorie sono pesanti, ora ci giochiamo questa. Ora guardiamo la Juve che farà”.

SULL'ESPULSIONE DI TONALI - “L’ho abbracciato nello spogliatoio. Era dispiaciuto per l’errore fatto. Se si va a fermare l’immagine sembra un fallo pericoloso, ma in realtà nella dinamica non lo è. Se vi ricordate il rigore che abbiamo subito contro la Lazio se fermi l’immagine in quel momento sembra rigore, ma nella dinamica non lo è. Non polemizzo però la decisione presa”.

SUL PROSSIMO MATCH -  "Sarà una bella partita, continua a dire che Juve, Inter e Napoli sono le più forti del campionato. Noi dobbiamo pensare partita dopo partita, ci godiamo la vittoria e ci prepareremo per la prossima gara. Parliamo di una squadra che ha vinto nove scudetti di fila, non è una gara decisiva. Noi la nostra classifica dovremo guardarla ad aprile, la nostra forza è pensare al prossimo impegno. Non dimentichiamoci che giochiamo contro la Juventus e ci mancano giocatori importanti. Ce la giocheremo, non sarà una partita decisiva e non sarà un passaggio di consegne".

MILAN - "Lo spirito dei ragazzi è uno dei nostri segreti, vinciamo le partite perché abbiamo qualità, le vinciamo perché facciamo una rincorsa in più, anche i più talentuosi. Se tutti fanno uno sforzo possiamo ottenere risultati importanti. Siamo ambiziosi, proveremo a vincere anche la prossima partita".

LEAO E I SUOI MIGLIORAMENTO - "Stiamo insistendo sul fatto che deve iniziare ad attaccare gli spazi senza palla, lui è bravissimo con la palla. Deve smarcarsi bene, poi ha le qualità come dimostrato stasera. E' un lavoro tattico e mentale, deve imparare a lavorare durante la partita con intensità mentale, capire movimenti e spazi, ogni giocatore deve sfruttare al meglio le sue caratteristiche, lui è veloce e tecnico".

BENEVENTO, ITALY - JANUARY 03: Filippo Inzaghi, head coach of Benevento poses for a photo with Stefano Pioli, manager of AC Milan ahead of the Serie A match between Benevento Calcio and AC Milan at Stadio Ciro Vigorito on January 03, 2021 in Benevento, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Potresti esserti perso