Milan-Juve parla l’ASL: “Pronti ad intervenire”

Ecco le parole del Direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Città di Torino, il Dottor Roberto Testi al Corriere della Sera

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, allenatore del Milan dal novembre 2019

MILANO – Domani sera si dovrebbero affrontarsi Milan-Juventus per una delle partite più importanti dell’anno. Un match che vede come protagonisti gli assenti: Pioli non potrà fare affidamento su Ibrahimovic, Gabbia, Saelemaekers, Tonali, Bennacer. Pirlo invece su Morata, Cuadrado e Alex Sandro. Quest’ultimi due fermati dalla positività al Coronavirus.

Milan-Juve
Milan-Juve

Ai microfoni de Il Corriere della Sera è intervenuto il Direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Città di Torino, il Dottor Roberto Testi che ha parlato della possibilità di rinvio del match. Ecco cosa ha detto: “La Juventus ci ha avvisati della positività al coronavirus di due giocatori. Per uno, la segnalazione è avvenuta lunedì 4 gennaio, e per il secondo martedì 5. In questo momento non abbiamo elementi per dire che c’è un focolaio all’interno della squadra, perché sappiamo come è avvenuto il contagio per i due calciatori e perché tutti gli altri compagni sono negativi. Se oggi  – continua il Dott.re Testi – dovessero esserci nuovi positivi e ci fosse l’evidenza di un focolaio non controllato all’interno della squadra, si creerebbe un problema di sicurezza anche per gli altri giocatori. È chiaro, quindi, che la Asl sarebbe costretta a intervenire, isolando tutti e bloccando la partenza della Juventus per Milano“.

Una situazione vissuta a inizio stagione che ha visto tra i protagonisti la Juventus e il Napoli. In quel caso i partenopei decisero di non partire e di restare a Castel Volturno. La partita inizialmente fu data la vittoria per 3 a 0 proprio dai bianconeri ma il Collegio di Garanzia del Coni, nel mese di dicembre, ha deciso di annullare la vittoria a tavolino e ha decretato che il match si debba rigiocare. Ma al momento sono solo brutti pensieri: la speranza è che entrambi domani si possano affrontare sul campo. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy