IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Marani: “La stagione del Milan è stata formidabile fin qui”

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 12:  Zlatan Ibrahimovic celebrates his first goal with his teammates Alexis Saelemaekers and Rafael Leao during the Serie A match between AC Milan and SS Lazio at Stadio Giuseppe Meazza on September 12, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Pier Marco Tacca/AC Milan via Getty Images)

Il noto giornalista Matteo Marani ha parlato a Sky Sport riguardo al finale di stagione in Serie A. le sue parole

Redazione Il Milanista

In esclusiva ai microfoni di Sky Sport è intervenuto il noto giornalista Matteo Marani che sul finale di stagione ha detto: “L’Inter non è più forte dopo la vittoria contro il Milan, la squadra era già forte. In finale arrivano le due squadre più forti del campionato cioè Inter e Juventus. Questo dice che intanto il Milan ha fatto una stagione formidabile perché è andata al di là delle proprie possibilità e dei propri limiti. La dirigenza è sempre il segreto del successo delle società e lo stesso dico anche dell’Inter”.

Ancora le parole di Matteo Marani

“Simone Inzaghi ha un meraviglioso paradosso, cioè quello di poter vincere addirittura tre titoli in una sola stagione, questo sarebbe qualcosa di storico e straordinario. In se e per se la Coppa Italia non conta nulla, però è un elemento che prolunga quello che abbiamo già visto in campionato cioè un Milan che protesta perché ha subito dei torti in tutta la stagione. L’Inter è tornata a fare l’Inter. La Juventus ha messo fuori una delle squadre migliori del campionato che è la Fiorentina. Sarà un finale molto bello e divertente”. Queste le parole in esclusiva ai microfoni di Sky Sport dove è intervenuto il noto giornalista Matteo Marani che ha parlato del finale di stagione in Serie A.

Giovanni Malagò ha invece parlato della Super League

Al Corriere dello Sport ha parlato Malagò che sulla Superlega ha detto: "Mi chiedo se la Champions non lo sia già, una Superlega. Avete visto il solco che si sta scavando, in termini di introiti, tra le squadre che vi accedono e quelle che restano fuori? Non mi sembrano maturi i tempi per creare un’ulteriore dinamica di upgrade. Non facciamo gli ipocriti, è normale che un azionista ci provi per dare una sistemata a bilanci disastrati. Ma non per questo la Superlega diventa sportivamente accettabile. Play-off e play-out? Perché no. Certo, non con venti squadre. Il tempo effettivo? Sì con convinzione. Non sopporto di vedere calciatori per terra che simulano fratture multiple, o giocatori sostituiti che escono dal campo al ralenti. Il tempo effettivo promuove la lealtà sportiva". Queste le sue parole.