acmilan.com | Rassegna stampa rossonera del 26 gennaio 2021

La rassegna stampa a tinte rossonere del 26 gennaio 2021, fornita da acmilan.com, sito ufficiale del Milan.

di Redazione Il Milanista
acmilan.com | La Rassegna Stampa rossonera di oggi
Milan, la rassegna stampa del 26 gennaio 2021

MILANO (fonte: acmilan.com) Con la pubblicazione delle notizie della rassegna stampa quotidiana, AC Milan non intende in alcun modo avallarne o confermarne la veridicità.

IL DIAVOLO DÀ IL BUON ESEMPIO (Corriere della Sera)
Cibo, ambiente e diritti, il Milan è in partita. Da promuovere l’impegno di Fondazione Milan sui valori. E dopo il manifesto del RespAct su inclusione e diritti è partita la campagna sul cibo durante la pandemia. La società rossonera contribuirà a far sorgere il quarto hub di Milano per raccogliere e distribuire gli sprechi.

IL DIAVOLO COL VENTO IN COPPA (Gazzetta dello Sport)
In Coppa Italia è il Cerby di Milano numero 25. Il bilancio delle precedenti 24 partite dice Milan: 10 vittorie dei rossoneri, 7 dell’Inter e 7 pari. È la quinta volta che si gioca nei Quarti, passaggio che di solito sorride ai milanisti: tre qualificazioni contro una, a questo livello della competizione.

SERGINHO, “THEO UN MOSTRO” (Gazzetta dello Sport)
Intervista all’ex terzino Serginho: “Questa squadra ha identità di gioco, Paolo Maldini ha fatto un grandissimo lavoro e Ibra è fantastico. Quello con l’Atalanta è un ko che brucia, ma sono sicuro che Pioli toccherà le corde giuste. La squadra ha cambiato volto con Ibra certo, ma anche grazie al suo lavoro”.

BARELLA CONTRO KESSIE (Corriere dello Sport)
Il sardo e l’ivoriano sono diventati imprescindibili per Conte e Pioli: per entrambi un’evoluzione sorprendente. Il bilancio? 5-3 per il rossonero. C’è dinamite al centro: se Lukaku e Ibra sono oggi i protagonisti più attesi, in mezzo al campo si preannuncia un duello di altissima energia.

“GIOCHIAMO CON LEGGEREZZA E VINCIAMO” (Corriere dello Sport)
Al Milan non ci sono contraccolpi. L’insostenibile leggerezza rossonera è forse proprio il segreto di questo gruppo. Le parole di Pioli: “Con l’Atalanta non siamo stati all’altezza delle aspettative che in questo club sono alte, Çalhanoğlu non è ancora disponibile, Tomori intelligente gli serve tempo”.

Stefano Pioli si complimenta con i suoi calciatori dopo il derby vinto
Stefano Pioli si complimenta con i suoi calciatori dopo il derby vinto

“VIETATO PENSARE AL MATCH DI CAMPIONATO” (Tuttosport)
Il tecnico rossonero Pioli ancora alle prese con gli infortunati, pure Mandžukić in dubbio: “Fra un mesetto sarà tutto un altro tipo di partita, avremo tante pressioni e questo è il bello del calcio. La Coppa Italia è una competizione a parte e per certi versi è anche più facile da affrontare mentalmente”.

“IL SEGRETO È PIOLI” (Tuttosport)
Parla Gerry Scotti, il tifoso vip rossonero racconta: “Il tecnico è un amico, lui non urla, non condiziona i giocatori, trasmette serenità, così la squadra vola. Con l’Atalanta abbiamo sbagliato una partita e andiamo avanti. Dobbiamo tornare ad essere il Milan che gioca un buon calcio”.

UN DERBY SENZA RETE (Corriere della Sera)
Senza i clamorosi fiaschi dell’ultimo turno di campionato, questo Inter-Milan di Coppa Italia avrebbe avuto tutto un altro peso. Invece chi si ferma stasera non è perduto, ma rischia grosso. “Dobbiamo reagire subito”, ha gridato Zlatan Ibrahimović negli ultimi due giorni ai suoi compagni.

INTER-MILAN DA RIBALTONE (Il Giornale)
Stasera la Stracittadina nei Quarti di Coppa Italia. Con la pandemia è tutta un’altra storia. Nel febbraio 2020 Conte vinse 4-2 e Suning sognava in grande. Ora il vento è tutto per Pioli. Le parole del tecnico rossonero: “Teniamo alla Coppa ma il campionato è un’altra storia. Le pressioni? Un privilegio”.

COCO: “OCCHIO A PERDERE” (Tuttosport)
Intervista a Francesco Coco: “I miei anni più belli al Milan sono stati quelli delle squadre giovanili. Con me in collegio al Milan c’erano Enzo Maresca, Fabrizio Miccoli e Gianpaolo Castorina. Oggi il Milan è inaspettatamente davanti a tutti, ma con merito. In Coppa chi perde rischia una botta emotiva non da poco”.

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy