Prova di forza contro i più forti: l’analisi post Inter 1-2 Milan

La cronaca e il commento di Inter-Milan, sfida valida per la quarta giornata di campionato.

di Redazione Il Milanista

L’analisi post Inter 1-2 Milan

MILANO – Il Milan ha battuto per 1 a 2 l’Inter nel derby valido per la quarta giornata del campionato di Serie A; a segno, tra 12esimo e 15esimo, Zlatan Ibrahimovic con una doppietta e Romelu Lukaku al 29esimo per i nerazzurri. La squadra di Pioli, dunque, si conferma in testa alla classifica a punteggio pieno a + 5 sui cugini milanesi.

La cronaca di acmilan.com

L’inizio è di marca nerazzurra: il primo guizzo è di Hakimi, il cui cross basso viene allontanato dal buon intervento di Kjær. Il Milan risale la china con il passare dei minuti, macina gioco e all’11’ ha la prima grande occasione del match: fallo di Kolarov su Ibra, è calcio di rigore. Zlatan sul dischetto prima sbaglia, poi ribadisce in rete sulla respinta di Handanović: 0-1 Milan. I rossoneri trovano il raddoppio immediato con una bellissima azione: Çalhanoğlu apre in campo aperto per Leão, cross nel mezzo ancora per Ibra che con il destro da pochi passi fa 0-2. Poco prima della mezz’ora, l’Inter reagisce e accorcia le distanze: cross di Perisić, deviazione di Donnarumma e tap-in vincente di Lukaku per l’1-2. È il primo gol subito in questa stagione di Serie A dai rossoneri. Ancora pericolosi i nerazzurri: al 32′ cross di Hakimi per la testa di Lautaro, ma è bravo Kjær a liberare. Pochi istanti dopo, Gigio blocca il destro dal limite di Brozović. Nel recupero del primo tempo, Lukaku di testa su azione di corner va a centimetri dal pareggio: al riposo si va sull’1-2 Milan.

Molto energico e spezzettato l’inizio di ripresa, tanti errori da ambo i fronti ma anche altrettanto agonismo. La prima vera chance, al 55′, è per Leão, che va via a sinistra, rientra sul destro e calcia sul primo palo non trovando il gol per centimetri con Handanović immobile. L’Inter risponde con un’occasione ancor più grande: palla di Vidal per Hakimi, che sbuca di testa sul secondo palo ma in tuffo mette a lato di poco. Milan vicino al 3-1 con un’occasione confezionata dai due nuovi entrati: Castillejo serve l’accorrente Krunić, che di sinistro manda alto. Sul ribaltamento di fronte, calcio di rigore per l’Inter: Donnarumma atterra Lukaku, ma dopo un controllo al Var l’arbitro Mariani cancella la decisione per un fuorigioco di partenza dell’attaccante belga. Ci prova anche Kjær, ma il suo colpo di testa all’80’ è centrale. Cinque minuti di recupero e Lukaku al 93′ sfiora di nuovo il 2-2: Lautaro lo trova in area ma il belga, disturbato da Theo, mette fuori. Finisce così!

Il commento de ilMilanista.it

Finalmente! Finalmente un derby ci porta gioia, giubilo, festa e, in una sola parola, vittoria! Il Milan batte 1-2 l’Inter con una prova certamente convincente, frutto di un primo tempo di altissimo livello: intensità, idee, gioco, cattiveria agonistica; sopratutto nella prima mezz’ora del match, i rossoneri hanno messo in campo tutti i propri punti di forza abbattendosi su quelli di debolezza dell’Inter. Guidati da un Ibrahimovic stratosferico, capace di guidare il gioco d’attacco con abilità tecniche e fisiche assolutamente straordinarie, i ragazzi di Pioli non sanno più come fermarsi. Anche davanti ai più forti del campionato (vedendo anche la Juve di ieri sera), non si è chinata la testa, ma ci si è giocati le proprie carte affrontando quelle dell’Inter. È sempre bello vincere, è sempre bello battere i cugini dell’altra parte di Milano, è sempre bello farlo in grande stile, è bellissimo stare da soli in testa alla classifica. Anche se è solo l’inizio e anche se – lo diciamo chiaramente – non si può assolutamente parlare di ScudettoMa attenzione perché, sempre in queste ultimissime ore, è arrivata anche una clamorosa novità per il mercato rossonero. Tenetevi forte, spunta un nome enorme a sorpresa: può arrivare gratis! >>>LEGGI SUBITO LA NOTIZIA

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy