Milan, verso il Cagliari: Pioli è sempre in emergenza

La probabile formazione del Milan in vista del Cagliari, nella sfida valida per la 18esima giornata del campionato di Serie A.

di Redazione Il Milanista
Diogo Dalot e Stefano Pioli
Milan, le ultime verso il Cagliari

MILANO – La probabile formazione del Milan in vista del Cagliari, nella sfida valida per la 18esima giornata del campionato di Serie A ed in programma oggi alle 20:45 alla “Sardegna Arena”. La gara sarà diretta dal signor Rosario Abisso della sezione di Palermo, coadiuvato dagli assistenti Liberti e Tolfo e dal quarto uomo Pasqua della sezione di Tivoli; al VAR Massa, AVAR Lo Cicero.

Non si fa in tempo a recuperare uno che se perde un altro: deve essere stato questo il leit motiv delle ultime settimane in casa Milan all’ennesima notizia di infortunio di un calciatore. A Cagliari, infatti, oltre alle già note assenze di Bennacer, Gabbia, Krunic e Rebic mancheranno anche Hakan Calhanoglu e Theo Hernandez, positivi al Coronavirus, e lo squalificato Rafael Leao. Formazione obbligata, dunque, per Stefano Pioli. In porta torna Gigio Donnarumma dopo il turn over in Coppa Italia; difesa con Calabria a destra, Kjaer e Romagnoli centrali e Diogo Dalot a sinistra. In mezzo spazio a Kessie e a Tonali, con Meité in panchina. Davanti torna, finalmente, Zlatan Ibrahimovic, supportato dal trio Samu Castillejo a destra, Hauge a sinistra e Brahim Diaz al centro; panchina per Saelemaekers che è, di fatto, recuperato.

Stefano Pioli si complimenta con Brahim Diaz

MILAN (4-2-3-1):G. Donnarumma; Calabria; Kjaer; Romagnoli; Dalot; Kessie; Tonali; Castillejo; Brahim; Hauge; Ibrahimovic. All. Pioli.

Le parole di Pioli

“Il Milan deve essere pronto, ci aspetta una partita difficile contro un avversario che sarà molto determinato, da affrontare con grande rispetto e che ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Il Cagliari è una squadra preparata con ottimi giocatori. Le partite vanno affrontate con convinzione e determinazione: dovremo soffrire e stringere i denti perché i nostri avversari hanno delle qualità importanti. Sarebbe un errore affrontare la partita con un approccio diverso rispetto al solito: cercheremo come sempre di comandare il gioco”. 

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy