De Ceglie sullo Scudetto: “Il Milan può reggere fino alla fine. Inter-Juve fondamentale”

Il commento dell’ex calciatore juventino

di Redazione Il Milanista
I festeggiamenti del Milan dopo la vittoria ai rigori contro il Torino

MILANO – La giornata di campionato che sta per iniziare potrebbe rappresentare uno spartiacque per l’intera stagione. La corsa al titolo sta infatti entrando nel vivo e il Milan, che ha tre punti di vantaggio sull’Inter seconda, ha l’occasione di sfruttare lo scontro diretto fra i nerazzurri e la Juventus. Inoltre all’Olimpico va in scena un’altra grandissima partita: il derby della Capitale fra Roma e Lazio. L’Atalanta riceve invece il Genoa al Gewiss Stadium e il Napoli ospita al Diego Armando Maradona la Fiorentina. Il Milan, dal canto suo, si appresta a fare visita ad un Cagliari in piena crisi ma, al tempo stesso, motivato a muovere una classifica che si sta facendo sempre più allarmante. Una sfida, quindi, abbordabile ma ricca di insidie. Della squadra rossonera ha parlato, nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di TMW, Paolo De Ceglie.

LE SUE PAROLE – “Molti si chiedono se il Milan reggerà questo ritmo sino alla fine, ma secondo me non bisogna più porsi questa domanda, perché i rossoneri hanno ampiamente dimostrato di essere molto forti. Non si sta parlando di una squadra che ha fatto bene solo per qualche turno di campionato. Ormai è un anno che il Milan gioca alla grande e vince. In un intero anno solare la squadra di Pioli ha dimostrato forza e consapevolezza. E’ una realtà di cui tutte le altre pretendenti allo Scudetto devono iniziare a preoccuparsi, per questo ritengo che lo scontro diretto fra Inter e Juve sarà fondamentale”.

SUGLI STADI VUOTI – “Ci sono giocatori che senza il pubblico hanno la testa più libera e rendono di più, mentre altri hanno bisogno di sentirsi caricati dai tifosi. Speriamo che si possa tornare presto allo stadio: il calcio vero è quello con la gente sugli spalti, non quello con i seggiolini vuoti. Tuttavia, in alcuni casi, può darsi che abbiamo visto partite con più gol anche perché non c’era il pubblico. Sarà curioso vedere quale sarà l’impatto del ritorno dei tifosi allo stadio. Intanto, l’auspicio è che possa accadere presto”. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<< 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy