Crotone, verso il Milan: Stroppa senza la stella Messias

La probabile formazione del Crotone in vista del Milan, sfida valida per la 21esima giornata del campionato di Serie A ed in programma oggi alle 15.

di Redazione Il Milanista

MILANO – La probabile formazione del Crotone in vista del Milan, sfida valida per la 21esima giornata del campionato di Serie A ed in programma oggi alle 15 allo stadio “Giuseppe Meazza” di San Siro in Milano. La gara sarà diretta dal signor Luca Pairetto coadiuvato dai guardalinee Cicero e Bresmes, quarto uomo Ghersini, al VAR Massa e Alassio.

I problemi di formazione del Milan si equivalgono a quelli del Crotone non quantitativamente, ma qualitativamente in rapporto alla forza tecnica delle due squadre. A Giovanni Stroppa, infatti, mancherà la stella Messias, appiedato dal Giudice Sportivo; al suo posto dovrebbe partite dal primo minuto il nuovo acquisto Di Carmine, in coppia con Simy, con Ounas, altro neo arrivato, pronto a subentrare a partita in corso. Per il resto 3-5-2 confermato, con il trio Djidji, Marrone, Golemic davanti a capitan Cordaz. I tre mediani saranno Eduardo Henrique, Zanellato e Benali, con Rispoli a destra e Reca a sinistra. Davanti la già citata coppia Di Carmine-Simy.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Marrone, Golemic; Rispoli, Eduardo Henrique, Zanellato, Benali, Reca; Di Carmine, Simy. Allenatore: Stroppa.

Le parole di Stroppa

Giovanni Stroppa, tecnico del Crotone
Giovanni Stroppa, tecnico del Crotone

“Di fronte avremo una squadra che ha tutte le componenti per metterci in difficoltà. Sa palleggiare, ha individualità, fisicità e personalità. Vedendo quello che ha fatto l’Inter il risultato è ancora più importante per loro e quindi sono obbligati a vincere. Di sicuro sarà una partita di sofferenza, dovremo correre anche a vuoto ma è chiaro che non andremo a Milano per essere sconfitti. In questo momento abbiamo anche le armi per fare male. Ounas? È un acquisto veramente importante, non è da Crotone. È stata un’opportunità di alto livello che dobbiamo saper sfruttare. In questa settimana volevo vedere la reazione dei ragazzi dopo una partita bruttissima: sono contento, hanno lavorato molto bene. Contro il Milan è una gara che si prepara da sola. Stanno bene, hanno qualità e mentalità, e visto il risultato dell’Inter avranno ancora più voglia di fare tre punti. Anzi, sono obbligati a vincere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy