Figc, Gravina: “Calcio femminile? Ecco cosa mi preoccupa”

Figc, Gravina: “Calcio femminile? Ecco cosa mi preoccupa”

Parla il numero uno della Figc

di Redazione Il Milanista

MILANO – Mentre il calcio femminile si sta prendendo sempre più la scena, anche in Italia soprattutto grazie alla splendida cavalcata nel Mondiale di Francia da parte dell’Italdonne, il Presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha parlato dell’ipotesi di introdurre il professionismo anche nel calcio femminile.

Di seguito, le sue dichiarazioni riportate da TMW: “Il rischio è che si possa essere abbagliati da un momento di esaltazione. Mi preoccupa di più che ciò possa essere un fenomeno di moda che si esaurisce con una competizione sportiva.  Noi siamo invece per progettare il futuro e darci una prospettiva dove tutele e status non prescindano dalla sostenibilità. Non a caso abbiamo lavorato ad un emendamento all’ordine del giorno del governo dove sono proposti sgravi fiscali sia per i calciatori della Lega Pro, sia per il calcio femminile, ma limitatamente alla Serie A, oltre a una maggiore tutela previdenziale e un sistema pensionistico per le calciatrici. Tutto questo per rispondere anche alle esigenze della società, perché un conseguente aumento del carico fiscale potrebbe incidere pesantemente e indurre a rinunce”.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!
Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy