Spezia-Milan, Top e Flop: prova da horror, il migliore? Rebic in tribuna

Esce sconfitto il Milan di Stefano Pioli contro lo Spezia di Vincenzo Italiano. Due reti incassate nel giro di 9 minuti. Ecco i top e i flop della gara

di Redazione Il Milanista
Spezia-Milan, l'esultanza degli uomini di Italiano

MILANO – Zero tiri in porta. Dato eloquente, dato che spiega la partita giocata dal Milan contro lo Spezia. Una sconfitta inaspettata quella dei rossoneri, soprattutto perché al Picco la squadra di Pioli in questa stagione non ha mai giocato così male. Una squadra che apparsa impaurita ed insicura, forse troppe pressioni, forse adesso si avverte un po’ la tensione del primo posto e della corsa scudetto. Ma con la caduta di questa sera l’Inter potrebbe riuscire a scavalcare il Diavolo in testa alla classifica. E la prossima giornata sarà proprio il derby. Il Milan non gioca, anzi è lo Spezia che non fa giocare i suoi avversari, tanto pressing e ritmo altissimo, quasi a voler asfissiare calcisticamente i rossoneri.

Top e Flop, il migliore della gara

Chi scegliere? Donnarumma fa un miracolo ha inizio primo tempo su Saponara, ma fine gara sono due le reti incassate. I migliori in campo questa sera sono stati gli uomini di Italiano, anche chi è subentrato dalla panchina. Nel Milan tutti colpevoli, soprattutto perché è mancato il gioco di squadra, arma in più di questa stagione della squadra di Stefano Pioli. Ibrahimovic isolato ha chiesto più volte a Pioli modifiche e una mano. Mai arrivate. Spento Calhanoglu e mai innescato, il turco è mancato tantissimo, forse complice anche la forma fisica non al meglio, ma senza di lui anche lo svedese non è mai stato pericoloso dalle parti di Provedel. Forse il migliore in campo questa sera è stato Ante Rebic, in tribuna a causa di una contusione.

Spezia-Milan, Kessie marcato da Maggiore
Spezia-Milan, Kessie marcato da Maggiore

Top e Flop, il peggiore: Kessie

Varrebbe lo stesso discorso del migliore in campo, non c’è un flop ‘vero’ perché questa è una sconfitta di squadra. Però scegliamo di fare un nome emblematico: Franck Kessie. L’ivoriano è stato uno degli uomini in più di questo Milan. Oggi regala il centrocampo ai suoi avversari, soffre il pressing, soffre il ritmo altissimo e non riesce mai a fare schermo, lasciando la difesa in balìa ‘dell’alta marea spezzina’. La prova del ‘presidente’ è la fotografia di tutta la gara fatta dai rossoneri. Il flop di serata è uno dei leader della squadra, ma non è l0unico colpevole. Adesso serviranno risposte, perché questa è la prima sconfitta in campionato, senza appello contro una neopromossa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy