Milan, pieno sostegno a Ibrahimovic in caso di accuse di razzismo

Vanno ancora avanti gli strascichi delle polemiche per lo scontro Ibrahimovic-Lukaku di Coppa Italia, ecco a posizione del Milan

di Redazione Il Milanista
Alla fine del primo tempo di Inter-Milan, Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic si sono affrontati con pesanti offese

MILANO – Il Milan prende posizione. Gli strascichi delle polemiche per lo scontro tra Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic vanno avanti e sarà così ancora per parecchio tempo. Il Giudice Sportivo si è già espresso sulla questione, squalificando entrambi i calciatori per in una giornata, In scena però è il Procuratore federale, Giuseppe Chiné, che ha convocato l’arbitro Valeri, che ha diretto la stracittadina di Coppa Italia. Non è bastato però il suo referto, il direttore di gara sarà ascoltato nei prossimi giorni. Dovrà spiegare come mai si è optato soltanto per il cartellino giallo, invece della doppia espulsione. Sicuramente qualcosa è sfuggito all’arbitro, molto probabilmente sul referto mancano tutte le frasi che i due si sono rivolti, probabilmente l’uso della lingua inglese ha contribuito a far sfuggire nel dettaglio gli insulti.

Alla fine del primo tempo di Inter-Milan Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic si sono affrontati con pesanti offese
Alla fine del primo tempo di Inter-Milan Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic si sono affrontati con pesanti offese

Il rischio adesso è che sia in arrivo una maxi squalifica per entrambi e questo non farà altro che ‘soffiare sul fuoco delle polemiche’. Dieci Giornate, più una multa, questo se verranno riscontrate le aggravanti delle frasi razziste. Un’ipotesi che però ha già fatto prendere una posizione netta la Milan. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, infatti, il club meneghino ha sì condannato quello che è successo a san Siro tra lo svedese e il belga, ma si è subito schierato al fianco di Ibrahimovic, contro le accuse di razzismo.

La società rossonera è inoltre pronta a sostenere il suo tesserato in tutte le sedi opportune, nel caso in cui l’accusa di razzismo so concretizzasse. Sulla questione in molti si sono espressi, riportando anche come Ibrahimovic abbia provato sulla sua pelle, in giovane età, cosa vuol dire finire al centro d’insulti razzisti, viste le sue origini. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy