Milan, Conte: “Derby nervoso? Non ne vedo il motivo”

Parla del derby Antonio Conte, lo fa in conferenza stampa. Ecco che cosa ha detto il tecnico dell’Inter in vista della gara con il Milan

di Redazione Il Milanista
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

MILANO – Meno di 24 ore al derby di Milano e Antonio Conte ha parlato della gara in conferenza stampa. Ecco che cosa ha detto l’allenatore in vista della partita tra Milan e Inter:

Sarà un derby diverso, vista la posizione in classifica. Una è prima e l’altra è seconda, questa è una bella cosa per Milano. Questa è una partita da vincere per una questione di campanilismo e per tenere la vetta“.

Sul sorpasso dell’Inter:

Con questa classifica devi lavorare di più e avere anche più entusiasmo. Bisogna fare il massimo, lavorare cercando il miglioramento e l’eccellenza. È una partita importante contro una squadra forte, che sta meritando la classifica: bisogna fare una grande gara “.

Se sarà un derby nervoso dopo quanto accaduto tra Ibrahimovic e Lukaku in Coppa Italia:

Si tratta di sport, di calcio e sarà una partita importante. Però non vedo motivi per cui debba esserci nervosismo. Inoltre è stato scelto un ottimo arbitro“.

Antonio Conte e Stefano Pioli
Antonio Conte e Stefano Pioli

Su Ibrahimovic:

Dobbiamo fare meno errori possibili. Ibra è un calciatore davvero forte, che sta dando tantissimo al Milan. Ci ha segnato nelle ultime gare, ma non c’è solo lui. Noi dobbiamo dare il massimo e cercare di vincere il derby. Questa è la cosa più importante“.

Su Eriksen, se potrà essere lui l’uomo derby:

E’ cresciuto molto è innegabile, ma ho ancora qualche dubbio di formazione“.

Se la partita di domani è più importante perché è il derby è palese o diventa un’occasione per lanciarsi in classifica:

Mancano ancora tante partite. E’ un campionato talmente difficile da pronosticare che ogni domenica cambia la situazione. Stiamo arrivando al derby con un punto in più. Ma ogni partita va giocata, dopo il Milan avremo il Genoa, che sta dando tantissime problematiche. Noi dobbiamo pensare partita dopo partita io penso che questa sia la cosa più importante, al di là dei punti sulla seconda“.

Se manderebbe Lukaku a Sanremo:

C’è da cantare domani a San Siro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy