news

Milan, Massimo Cellino: Tonali? Senza retrocessione chissà…

Massimo Cellino

Il presidente del Brescia è intervenuto su Tuttosport, dove è voluto ritornare sulla trattativa per Sandro Tonali

Redazione Il Milanista

Massimo Cellino, presidente del Brescia Calcio, ha ricevuto un'intervista questa mattina da Tuttosport. Il patron delle rondinelle parlando dello stato di salute della Serie B ha voluto toccare un tasto molto caro ai tifosi rossoneri. Quello legato alla cessione di uno dei suoi più importanti ex giocatori.

Senza retrocessione chissà...

Cellino ai microfoni di Tuttosport è tornato a parlare della trattativa che ha portato Sandro Tonali in rossonero. Queste le parole del numero uno bresciano: "Se due anni fa non fossi retrocesso, non avrei mai venduto Tonali al Milan. In Serie B non potevo farlo giocare". Una testimonianza del valore del mediano classe 2000. Un ragazzo che malgrado venisse dalla B, dopo la prima esperienza in A non poteva già andarsene.

 Sandro Tonali a contrasto

Tonali è sbarcato in rossonero inizialmente con un prestito oneroso per 10 milioni di euro il 9 settembre 2020. Il prestito prevedeva diritto di riscatto fissato a 15 milioni. Il giocatore è stato naturalmente riscattato dal Milan, che adesso gode del suo investimento. Il giocatore come sottolineato dal presidente Cellino rimarrà per sempre un rimpianto del Brescia, che però, come da lui stesso ammesso, non gli avrebbe potuto offrire le grandi opportunità che ha trovato presso il Diavolo.

L'evoluzione di Tonali

Il mediano è oggi uno dei migliori giocatori della rosa di mister Pioli, ed è stato in grado di smentire tutte quelle voci che lo volevano un bidone per il Milan. Il classe 2000 ha preso parte ad un percorso che lo ha reso oggi uno dei centrocampisti più importanti della Serie A, e c'è già chi lo vede come uno degli uomini chiave per la nazionale maggiore di mister Mancini e la sua futura campagna per il mondiale del Qatar.