news milan

Serie A, UFFICIALE: arriva la volta epoca, Diritti Tv a Dazn

Sky Sports

L'assemblea della Lega Serie A ha finalmente assegnato il pacchetto dei prossimi Diritti Tv, dal 2021/24 assegnati ufficialmente a Dazn

Redazione Il Milanista

MILANO - Dopo i tanti momenti di scontro tra i presidenti e una situazione di stallo, che fotografa una Lega Serie A spaccata, è arrivata la svolta epocale. I Diritti Tv della Serie A, per il prossimo triennio 2021/24, sono stati ufficialmente assegnati a Dazn. Una svolta epocale perché per la prima volta dalla sua nascita Sky non gestirà il pacchetto relativo al massimo campionato di calcio italiano. Dazn sarà il broadcaster ufficiale e lo streaming dovrebbe, usiamo ancora il condizionale, sulla pay tv. La scadenza era fissata per il 29 marzo, ma tutto portava a pensare alla 'rivoluzione'.

I voti dei presidenti della Serie A

 Il pallone ufficiale della Serie A sul prato di San Siro

L'ufficialità è arrivata alla fine dell'assemblea della Lega Serie A. Hanno votato a favore, invece Atalanta, Benevento, Bologna, Cagliari, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio,Milan, Napoli, Parma, Roma,Spezia, Torino e Udinese. Le uniche quattro squadre rimaste contro all’offerta della piattaforma di streaming erano e sono Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo. Dazn si è aggiudicata i pacchetti per una cifra pari 840 milioni di euro a stagione era l'offerta l'offerta più importante presentata ai presidenti, perché il competitor, Sky, si era fermata a 750 milioni, 90 in meno.

Restano i dubbi e non sono escluse sorprese

Dazn avrà in esclusiva 7 gare e 3 gare in co-esclusiva. Ci sono però ancora delle incognite. In primis sulle 3 gare in co-esclusiva, la Lega potrebbe anche discuterne con Sky, ma c'è una data di scadenza anche in questo caso, fissata a lunedì 29 marzo. Non è detto però che l'offerta dell'emittente satellitare (70 milioni) venga accettata. Su questo pacchetto, il 2, ci sarebbe anche l'interesse di altre televisioni, secondo quanto riporta Eurosport.it, con Mediaset in prima fila. Inoltre Sky Starebbe pensando di fare riscorso alla decisione della Lega Serie A. L'ultima parola quindi non è detta per ora, però la strada sembra tracciata, la Serie A si è espressa a favore di un cambiamento epocale per quello che riguarda la trasmissione degli incontri di calcio.