IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

3 buone notizie, Pobega, Kalulu e Maignan: i tifosi possono sognare

Tommaso Pobega

3 ottime notizie per i tifosi rossoneri riguardanti 3 calciatori. Ripartire dopo la sconfitta di FIrenze è la parola d'ordine.

Redazione Il Milanista

KALULU STA ESPLODENDO -  Il rendimento e le prestazioni di Kalulu in questa stagione sono la migliore risposta a chi dubitava del valore degli scout rossoneri. Uno degli aspetti più sorprendenti di Pierre Kalulu è la capacità del francese di impattare sulla squadra, sia dal primo minuto che a partita in corso, dopo un periodo più o meno prolungato di panchina. Nonostante non sia così abile nella spinta come Theo, Kalulu ha importanti dote difensive che lo rendono un giocatore affidabile in fase di copertura.

 Riccardo Saponara con Pierre Kalulu.

A PROPOSITO DI POBEGA - IvanJuric, tecnico del Torino, si è così espresso in conferenza stampa su Pobega: "Lo seguivo da anni, lo volevo già prendere prima: mi piacciono i ragazzi italiani con questa mente, come lui, Buongiorno, Pessina e Dimarco. Partono dal basso, poi crescono e capiscono il valore dei soldi e dell'allenamento. Hanno grande stabilità emotiva, così possono crescere. Pobega è un centrocampista totale: non ha dato da regista, non ha niente in cui emerge ma è bravo in tutto e fa prestazioni importanti. In poco tempo è arrivato in nazionale, è una bella cosa".

 Mike Maignan, estremo difensore rossonero, ad oggi indisponbiile.

MAIGNAN, QUANDO TORNA - Nella nota post operazione del 13 ottobre, il Milan aveva comunicato che "seguirà una immobilizzazione di sei settimane e successivamente si procederà con il protocollo riabilitativo. Il rientro di Maignan in campo è previsto tra 10 settimane". Sono, perciò, passati 39 giorni esatti, cioè 5 settimane e 4 giorni. Le 10 settimane scadranno per l'esattezza il 22 dicembre 2021, a cavallo tra le sfide contro il Napoli del 19 dicembre e contro l'Empoli del 22 dicembre; nel caso in cui il portiere francese proceda con qualche giorno di anticipo nel suo recupero sul campo e tra i pali, dunque, non è da escludere un possibile ritorno in partita ufficiale per le ultime due gare dell'anno.