Nuovo Stadio di Milano, il cambio di proprietà dell’Inter rallenta il via libera

Arrivano nuovi importanti aggiornamenti sul nuovo stadio di Milano. Il cambio di proprietà dell’Inter influirà sui tempi per il via libera

di Redazione Il Milanista
Il pallone ufficiale della Serie A sul prato di San Siro

MILANO – Lo ha riportato l’edizione milanese del quotidiano la Repubblica. Il cambio di proprietà dell’Inter rallenterà i tempi per il via libera del Comune di Milano, sul nuovo impianto sportivo cittadino. Una situazione probabilmente inevitabile, ma il Milan sempre secondo quello che riporta la fonte resta ottimista sull’ok definitivo.

Ne ha parlato anche il il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Filippo Barberis:Al netto degli importanti passi avanti passi fatti su questo progetto, nei mesi scorsi, bisogna chiarire l’assetto proprietario delle squadre. Vale per il Milan così come per l’Inter, alle soglie di un possibile investimento miliardario che richiederà anni di lavori per essere realizzato è un incontestabile principio di buonsenso amministrativo“. Insomma la situazione si è ingarbugliata di nuovo e questo bisogna aggiungere anche l’incognita politica, le elezioni comunali in programma a maggio. Sembra davvero difficile che possa arrivare l’ok da questo Consiglio Comunale, in piena campagna elettorale.

 

Lo stadio di San Siro prima di Milan-Torino
Lo stadio di San Siro prima di Milan-Torino

Il Milan resta ottimista come detto, soprattutto la proprietà del club rossonero è ancora convinta che tutto possa risolversi in tempi brevi. Questo perché i rapporti del Comune devono essere con i due club e non con le proprietà. L’accordo sullo stadio, una volta firmato avrà una durata molto lunga, 99 anni. La concessione sul nuovo impianto sportivo quindi potrebbe giocare un ruolo fondamentale. Soprattutto perché una proprietà non può essere immutabile nel tempo.

Il Milan, e il fondo Elliott, restano quindi della loro idea, consapevoli che l’investimento gioverà a tutti gli attori in scena. Nuovi sviluppi sono attesi ovviamente nei prossimi mesi, quando sarà più chiara la questione legata alla proprietà dell’ Inter, ma anche il futuro dello stesso Consiglio Comunale di Milano, dopo le elezioni previste per maggio. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy