news milan

MOVIOLA | Dall’analisi del rigore al fuorigioco passivo: gli episodi di Atalanta-Milan

Pessina fuori per infortunio.

La moviola del giorno dopo del match del Gewiss Stadium fra il Milan di Stefano Pioli e l'Atalanta di Giampiero Gasperini.

Redazione Il Milanista

Ieri sera è andata in scena la settima giornata di campionato anche per il Milan di Stefano Pioli. Una partita combattuta e giocata sempre al 200% dalle squadre di Stefano Pioli e di Giampiero Gasperini. Questo ha portato anche a diverse situazioni dubbie che il direttore di gara, Marco Di Belllo, ha dovuto gestire con abilità.

 Il gol di Tonali

PRIMO TEMPO - Al 1′ gol del Milan! Regolare la rete di Davide Calabria servito ottimamente da Theo Hernandez. Il difensore rossonero numero 2 è infatti tenuto in gioco, seppur di poco, dalla difesa atalantina. Al21′ Tomori interviene da dietro in area su Pessina, entra sulla palla e poi prende l’uomo, Di Bello lascia continuare. Il Var non interviene, decisione giusta da parte del direttore di gara. Il difensore inglese infatti interviene duramente, ma perfettamente sul pallone. Al 42' segna Tonali, che scippa il pallone a Freuler e, presentatosi a tu per tu con Musso, lo batte sul primo palo. Tutto regolare. Atalanta-Milan 0-2.

 L'esultanza al gol di Calabria

SECONDO TEMPO - Al 52' primo cartellino giallo nella fila del Milan: ammonito Tomori per una trattenuta da dietro su Mæhle. Al 62esimo super chance per il terzo gol del Milan: cross di Rebić dalla destra, colpo di testa, da solo a centro area, a botta sicura di Saelemaekers e gran riflesso di Musso che alza sopra la traversa. Davvero un peccato perchè era regolarissima la posizione dell'esterno belga. All'80' contropiede micidiale del Milan con Theo Hernandez che dopo una lunga cavalcata serve Messias, il quale però si disinteressa del pallone che arriva a Leao. Il portoghese scarica un bolide imparabile per Musso che finisce dritto in rete. All'83' l'episodio più discusso della serata: tiro da fuori di Zappacosta, si immolano due calciatori del Milan in scivolata. Gli orobici chiedono il calcio di rigore: c'è il tocco di braccio di Messias, che con il braccio largo allarga eccessivamente la dimensione del corpo. Giusto dunque assegnare il penalty. Al 92' l'Atalanta fa 2-3. Proteste rossonere per un possibile fallo di Zapata su Messias. Il brasiliano però inciampa su se stesso: regolare dunque il gol bergamasco.