IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, parla l’ex Josè Mauri: ” Maldini? La sua sola presenza migliora tutto”

Maldini sfida le big europee per Svanberg
José Mauri, ex centrocampista fra le altre anche del Milan, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di gianlucadimarzio.com.

Redazione Il Milanista

José Mauri, ex centrocampista fra le altre anche del Milan, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di gianlucadimarzio.com.  Le sue parole sullo scudetto del Milan:

«Per lo scudetto do tanto merito a Paolo Maldini e gli ho fatto i complimenti di persona. Quando sono stato lì a Milanello ho visto i giocatori molto motivati e ho trovato un ambiente molto cambiato rispetto a quando c’ero io. Sono felicissimo per i compagni come Franck Kessié, Davide Calabria o Alessio Romagnoli, ma più che altro per le persone che lavorano dietro le quinte. Nessuno è più felice di loro per questo titolo».

MALDINI – «Su Paolo posso dire che non si rende conto di quanto sia grande e gliel’ho detto. Maldini che ti guarda all’allenamento ti mette pressione. Lui ha grande merito sul mercato, ma solo la sua presenza secondo me ha migliorato tutto».

Il 6 luglio 2015 Josè Mauri, svincolatosi dopo il fallimento del Parma, firma un contratto quadriennale con il Milan. Sceglie la maglia numero 4, precedentemente indossata da Sulley Muntari. Esordisce con la società rossonera il 1º dicembre seguente, in occasione della partita di Coppa Italia vinta per 3-1 a San Siro contro il Crotone. Il debutto in campionato arriva il 13 marzo 2016, nella trasferta di Verona contro il Chievo conclusasi sul punteggio di 0-0.

Successivamente si trasferisce in prestito secco all' Empoli, dove a fine stagione tornerà a Milanello. Ritornato al Milan, nella stagione 2017-2018 in Serie A esordisce alla prima giornata contro il Crotone, sua unica presenza in campionato. Successivamente gioca da titolare la gara di Europa League contro lo Škendija, esordendo nella competizione, e poi nella stessa competizione le gare contro HNK Rijeka e Ludogorets. Conclude la stagione con 4 presenze complessive.